Scuole digitali, sulla scia dell’università UniCusano

Scuole Digitali

I tempi sono maturi. L’Italia rimane uno dei paesi più in ritardo per quanto concerne l’alfabetizzazione digitale ma, seppur a passo di lumaca, è arrivata anche qui la formazione del futuro. Le realtà delle scuole digitali stanno sempre più prendendo piede e alcuni grandi eventi dimostrano che nel giro di un paio d’anni la maturazione delle scuole digitali sarà completa. Tutto avviene nella scia dell’università UniCusano che ha saputo prima ritagliarsi un suo mercato là dove mercato non c’era ed ora ha saputo anche diventarne leader. Se volete addentrarvi un po’ di più nel mondo delle scuole digitali, continuate a leggere.

La famosa e tanto chiacchierata “Agenda digitale” di Francesco Profumo, ex ministro dell’istruzione, è piuttosto in ritardo. Nonostante questo gap, ci sono realtà dove le scuole digitali iniziano davvero a prendere corpo. E’ il caso della città di Bergamo e dei suoi numeri. Come riporta il quotidiano locale L’Eco di Bergamo, si parla di 171.000 studenti, 12.000 docenti e oltre 3.500 amministrativi e tecnici che, con l’inizio del nuovo anno scolastico, si troveranno a confrontarsi con 39 vecchi istituti tramutati magicamente in scuole digitali. Lo spunto per questa accelerazione tecnologica è stato l’Expo, il cui teatro sarà Milano tra il 1º maggio e il 31 ottobre 2015.   Per far nascere queste scuole digitali si è molto spinto su due fattori: l’integrazione studio-lavoro e la didattica digitale. Quando le idee ci sono, i soldi magicamente compaiono e così oltre 700mila euro sono stati messi a disposizione (utilizzabili entro il 31 dicembre 2013) e altri 8,2 milioni saranno messi in circolo per l’apertura del terzo bando Generazione Web, nell’ambito del quale la Regione assegnerà oltre 100mila euro per ogni classe delle scuole digitali. Inutile dire che Bergamo è solo la punta dell’iceberg. La situazione formativa in Lombardia, infatti, eccelle con oltre 331 istituti digitalizzati, 1.400 classi ed oltre 32mila studenti coinvolti.
Tutta questa energia positiva intorno alle scuole digitali deriva dal grande lavoro che da anni sta facendo l’università UniCusano. L’ateneo di Roma, che annovera oltre 50 Lerning Center in tutta Italia, ha avviato da sette anni fa un processo di snellimento burocratico attraverso la digitalizzazione e la telematizzazione dei sistemi, che ha seguito l’innovazione rappresentata dell’erogazione della didattica attraverso una piattaforma eLearning fruibile ventiquattro ore su ventiquattro online.  Non possono non aver guardato all’università UniCusano le scuole digitali perché in questo ateneo già esiste la possibilità di assolvere a tutte le pratiche amministrative solo ed esclusivamente via Internet e l’utilizzo di eBook e biblioteca virtuale di ateneo. Il futuro delle scuole digitali insomma esisteva già da un po’. E per fortuna.
Se poi volete maggiori informazioni sull’università UniCusano, oltre al ricco sito, vi consigliamo di leggere con continuità il BLOG di UNICUSANO dove sono presenti tanti topic sulle attività più recenti del mondo accademico e della vita degli studenti. In alternativa potete scrivere anche a informazioni@unicusano.it.