Tecnologia, crescita ed educazione: come farle coesistere.

Uno studio Made in USA testimonia che sono più del 36% i bambini al di sotto dell’anno d’età che hanno già interagito con un “smart device”, sia esso uno smartphone, un tablet o un desktop. Si tratta infatti di oggetti tecnologici sempre più presenti all’interno della vita di qualsiasi individuo, soprattutto se si parla di ultimissime generazioni, le così dette “native”, ovvero quelle generazioni che sono cresciute, sin da primo giorno, in questa realtà tecnologica e telematica.

Nel bene e nel male, questi dispositivi accompagneranno la vita di queste persone, ora ancora neonate, influenzandola sotto ogni punto di vista, a partire dalla crescita e dal modo in cui essa verrà stimolata. Se infatti i vecchi metodi e i giochi “analogici” sono duri a morire, dall’altra nuove realtà stanno nascendo in maniera naturale e fisiologica nelle case di tutti gli italiani.

Questo cambiamento riguarda ovviamente anche il mondo dell’educazione. L’Università  Telematica di Roma Niccolò Cusano è la prima prova di come la telematica abbia rivoluzionato il mondo della scuola e dell’università, creando tante nuove opportunità e dando vita a una realtà che, fino a poco tempo fa, sarebbe stata impensabile.

La stessa cosa accade nelle scuole dell’infanzia e nel modo di seguire e gestire gli studenti, inclusi quelli con disturbi specifici dell’apprendimento o con bisogni speciali. Dalle spiegazioni in aula, ai compiti a casa, passando per metodi di studio, strumenti, ricerche e momenti di svago, la telematica e la tecnologia sono diventate parte integrante dell’educazione e della scuola italiana.

Su questo tema, per tutti coloro che vogliono approfondirlo o per chi, già professionista del settore, vuole aggiornarsi professionalmente, l’Unicusano propone tanti e innovativi master online, tutti altamente specializzanti e attuali.

Si tratta infatti di un momento di estrema rivoluzione telematica e una competenza approfondita in merito è assolutamente fondamentale, specialmente se si vuole lavorare o già si opera nell’ambito dell’educazione e dell’infanzia.

Per maggiori informazioni sul master più adatto a voi e sulle modalità di studio e sviluppo, chiedete subito qui.