Come diventare magistrato antimafia: studi e possibilità

come diventare magistrato antimafia

Le professioni giuridiche ti appassionano? Se la risposta è sì, sicuramente ti sarai chiesto almeno una volta come diventare magistrato antimafia.

Diventare un magistrato prevede un iter ben preciso, che prevede una laurea e un concorso pubblico per accedere alla professione. Sicuramente, è un percorso impegnativo ma, se sei motivato, riuscirai comunque nell’intento. In questa guida ti spiegheremo chi è il magistrato, cosa fa, come accedere a questa professione e qual è il percorso di studi ideale per operare in questo campo.

Iniziamo subito.

Ecco come si diventa magistrato

Quello del magistrato è un lavoro affascinante e impegnativo, desiderato da moltissimi studenti in giurisprudenza. Come abbiamo detto, l’accesso alla professione è subordinato al superamento di un concorso e al raggiungimento di determinati requisiti.

Vediamo ora come fare per intraprendere questo percorso.

LEGGI ANCHE >> Come diventare giudice di pace: studi e opportunità

Magistrato: chi è

Se ti stai chiedendo come diventare magistrato antimafia, la prima cosa da sapere è proprio la definizione di magistrato, per conoscere i confini di questa professione.

Il Magistrato è colui che ha il potere di far rispettare le leggi, applicando le norme di diritto ai casi concreti durante i processi. Questa figura fa parte della pubblica amministrazione e ha un ruolo assai importante, perché ha in capo il potere giudiziario.

Possiamo suddividere i magistrati in “onorari” e “togati”:

  • I magistrati “onorari” svolgono le proprie funzioni in maniera non professionale, per un tempo circoscritto e senza ricevere una retribuzione, ma solo un’indennità per le attività svolte;
  • I magistrati “togati” esercitano l’attività giurisdizionale a tempo indeterminato avendo seguito e superato l’intero iter formativo previsto

Riguardo le caratteristiche di un buon magistrato, sicuramente l’onestà intellettuale e l’etica giocano un ruolo fondamentale. Oltre alle competenze acquisibili durante il percorso di studi, il magistrato deve essere mosso da una forte passione verso il diritto e deve possedere una certa abilità nella scrittura e nella ricerca giuridica per risolvere le controversie e motivarne la decisione, sulla base di un’attenta e veritiera applicazione delle norme.

Il concorso

Per diventare magistrato antimafia, occorre necessariamente superare un concorso pubblico, che prevede una serie di requisiti per l’accesso. Ecco quali sono:

  • Essere cittadino italiano;
  • Avere l’esercizio dei diritti civili;
  • Essere di condotta incensurabile;
  • Non essere stati dichiarati per tre volte non idonei nel concorso per esami alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda;
  • Possedere gli altri requisiti richiesti dalle leggi vigenti.

Il concorso consta di tre prove scritte e una prova orale.

Il percorso di studi

Abbiamo detto che, per diventare magistrato, serve un percorso di studi ben definito. Secondo la legge, per diventare magistrato occorre conseguire una laurea magistrale in Giurisprudenza.

Se sogni di intraprendere questa professione, inizia iscrivendoti al corso di laurea in Giurisprudenza dell’Università Niccolò Cusano.

Il nostro corso di laurea ha come obiettivo quello di fornire allo studente:

  • Padronanza degli elementi della cultura giuridica di base nazionale, internazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione e alla valutazione di principi e istituti del diritto positivo;
  • Conoscenze storico-filosofiche che consentano di valutare gli istituti del diritto positivo anche nella prospettiva teoretica e dell’evoluzione diacronica degli stessi;
  • Capacità di progettazione e stesura di atti giuridici (negoziali, processuali, normativi) adeguatamente argomentati, prodotti anche con l’uso di strumenti informatici;
  • Capacità critiche e autonomia di giudizio, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi e applicativi del diritto positivo, anche in ambito economico.

La grande innovazione del nostro Corso di Laurea è rappresentato dalla metodologia formativa. Oltre alla possibilità di diventare uno studente Unicusano frequentando il Campus di Roma, infatti, avrai la possibilità di iscriverti aderendo alla metodologia telematica. Grazie a questa modalità di formazione, potrai seguire le lezioni direttamente online, connettendoti ad una piattaforma digitale.

Potrai seguire le lezioni direttamente online: tutto ciò di cui avrai bisogno è una connessione internet e un device. La presenza fisica è richiesta esclusivamente per gli esami, presso il Learning Center Unicusano della tua città.

Parlando del piano di studi, questo è perfetto per acquisire tutte le competenze che ti servono per esercitare la professione di magistrato e superare il concorso pubblico. Sono presenti esami di:

  • Diritto privato
  • Istituzioni di Diritto pubblico
  • Filosofia del Diritto
  • Istituzioni di Diritto romano
  • Economia Politica
  • Diritto Commerciale
  • Diritto Costituzionale
  • Diritto Amministrativo
  • Diritto Amministrativo
  • Diritto Privato Comparato
  • Diritto Tributario
  • Diritto Civile
  • Diritto Costituzionale Comparato
  • Diritto Ecclesiastico
  • Politica Economica
  • Diritto Processuale Civile
  • Diritto dell’Unione Europea
  • Storia del Diritto medievale e moderno
  • Diritto Penale
  • Diritto Processuale Penale
  • Diritto del Lavoro
  • Diritto Internazionale
  • Lingua straniera

Su come diventare magistrato antimafia abbiamo detto tutto, per oggi. Se sogni di intraprendere questa professione e iniziare a disegnare il tuo futuro, iscriviti ora: compila il form o chiama il numero verde 800.98.73.73