Le lauree più pagate in Italia

lauree piu pagate

Sei uno studente iscritto ad uno dei nostri corsi di laurea e ti piacerebbe sapere quali sono le lauree più pagate in Italia?

In effetti, riflettere sull’aspetto economico e su quanto sia redditizia una laurea rispetto ad un’altra, non è un reato. Anzi! Pensare al proprio futuro non solo in termini di soddisfazione personale, ma anche economica, è del tutto lecito.

Per questo abbiamo deciso di stilare una vera e propria classifica delle lauree più redditizie nel nostro paese.

Ti farà piacere sapere che, all’interno di questa classifica, troverai sia corsi di laurea di stampo umanistico che di stampo tecnico-scientifico. Questo per dirti (e rassicurarti) che, con buone probabilità, anche il tuo percorso di studio potrebbe rientrare tra le lauree più retribuite.

Se sei curioso e vuoi saperne di più, non ti resta che leggere la nostra classifica delle lauree più pagate in Italia.

Lauree più pagate: la classifica delle prime 10

Come abbiamo detto poco fa, in questa nostra guida ti presenteremo una vera e propria classifica delle 10 lauree più pagate in Italia. Tuttavia riteniamo opportuno fare una precisazione. È vero che esistono lauree che fanno guadagnare di più rispetto ad altre, ma questo non significa che esistono lauree meno utili di altre. Ogni percorso di laurea, a prescindere dall’aspetto retributivo, ha la sua importanza. Qualunque corso di laurea uno studente decide di frequentare, questo rappresenta un’occasione unica di crescita sia umana che personale. Iscriversi all’università, condividere con altri studenti un percorso così complesso e laurearsi è qualcosa di speciale nella vita di ciascun individuo. Un’esperienza di cui fare tesoro, che siamo certi, tra qualche anno ricorderai con estremo piacere. Dopo questa doverosa premessa, andiamo a scoprire finalmente quali sono le lauree più pagate, partendo dalla posizione numero 10.

Noterai che, per quanto riguarda l’aspetto economico, per ogni facoltà citata, abbiamo riportato lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro. Questo per farsi un’idea base di quanto può guadagnare un neo laureato nel momento in cui entra nel mondo del lavoro. Ciascuno di noi, con il tempo, è libero di approfondire le proprie conoscenze e specializzarsi ulteriormente fino a guadagnare molto di più.

LEGGI ANCHE – 5 Master che danno lavoro

Posizione 10 – Lettere e filosofia

Sei iscritto ad un corso di laurea in lettere e filosofia? In tanti ti hanno detto che una laurea umanistica, al giorno d’oggi, non è poi tanto utile? Chi afferma una cosa del genere sbaglia.

La laurea in lettere, anche se in decima posizione, è comunque una laurea più redditizia di altre. Con un tasso di occupazione di circa il 60%, la laurea in lettere apre le porte a diverse professioni. Dall’insegnamento nella scuola pubblica e privata all’impiego presso enti ed istituzioni, case editrici, redazioni giornalistiche, biblioteche, archivi, accademie. Insomma, se il settore umanistico è la tua passione, non rinunciare a realizzare il tuo sogno. Probabilmente, almeno all’inizio, non guadagnerai tantissimo, ma le occasioni di crescita non mancheranno di certo.

In questo ambito, lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro oscilla tra i 400 ed i 600 euro al mese.

lauree piu pagate architetti
Credits: [AllaSerebrina]/Depositphotos.com

Posizione 9 – Architettura

Perde qualche punto scendendo al nono posto, ma resta comunque nella TOP 10 tra le lauree che fanno guadagnare di più la facoltà di Architettura. Disegno, rilievo, geometria, matematica, fisica tecnica, storia dell’arte, restauro e progettazione: se sei un appassionato di queste materie, la facoltà di architettura è la scelta giusta. Oltre a svolgere la libera professione ed aprire uno studio tutto tuo, potrai anche lavorare nel campo della ricerca e dell’insegnamento.

Per un aspirante architetto, lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro è di circa 600 euro al mese.

Posizione 8 – Agraria

All’ottovo posto troviamo la laurea in agraria. A dimostrazione del fatto che l’Italia è un paese ricco di natura dove il settore primario tiene salda la sua posizione. Se ami la natura, sogni di gestire un’azienda agricola o una carriera nella progettazione di aree verdi e parchi, è la scelta giusta. Inoltre, la crescente diffusione delle energie rinnovabili, la valorizzazione dei prodotti locali e l’attenzione per l’ambiente, ben si sposano con un simile percorso di studi.

Lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro è di 650 – 730 euro al mese.

Posizione 7 –  Sociologia, scienze della comunicazione, psicologia e scienze politiche

Esperti di sociologia, comunicazione e psicologia si classificano al settimo posto della nostra classifica. Si tratta infatti di figure richieste dal mondo del lavoro, specie alla luce dell’evoluzione della nostra attuale società e della necessità di professionisti esperti.

Qual è, dunque, lo stipendio di un sociologo o di uno psicologo? Quanto guadagna un sociologo o un esperto in comunicazione? E scienze politiche che stipendio genera?

Lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro in questi settori è di circa 800 euro al mese.

Posizione 6 – Biologia, biotecnologie, scienze biologiche e naturali

Al sesto posto della classifica delle lauree con gli stipendi più alti si collocano i laureati in Biologia, biotecnologie, scienze biologiche e naturali. Con un tasso di occupazione che supera il 70%, le professioni legate a questo settore si rivelano assai più richieste che in passato.

In questo ambito, lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro è di 880 euro al mese circa.

Posizione 5 – Matematica e Fisica

Nonostante le competenze richieste per laurearsi in settori come matematica e fisica siano di un certo livello, queste professioni si collocano a metà classifica. Molti laureati in questo settore continuano la loro carriera nell’ambito della ricerca universitaria.

Un matematico ed un fisico, per i primi due anni di lavoro, hanno uno stipendio medio di 900 euro al mese.

Posizione 4 – Giurisprudenza

Quasi sul podio gli aspiranti avvocati, giudici ed esperti di diritto. La laurea in giurisprudenza si colloca al quarto posto con uno stipendio medio per i primi due anni di lavoro che va da 800 a 1400 euro al mese.

Quello in giurisprudenza è un percorso lungo ed impegnativo: in molti abbandonano il corso di laurea. Tuttavia le possibilità di guadagno, dopo i primi anni di gavetta, aumentano notevolmente.

Posizione 3 – Ingegneria

Eccoci finalmente sul podio. Al terzo posto si posiziona ingegneria, come laurea che fa guadagnare di più rispetto a tante altre.

Gli ingegneri sono figure assai richieste e le tante specializzazioni attualmente disponibili in questo settore, la rendono una laurea estremamente appetibile sul piano lavorativo.

Anche in questo caso, lo stipendio medio per i primi due anni di lavoro è di circa 1400 euro al mese.

Posizione 2 – Medicina e scienze infermieristiche

Tra i lavori più pagati con la laurea c’è quello del medico. Medaglia d’argento alle facoltà di medicina e scienze infermieristiche. Siamo onesti: di medici ed infermieri c’è sempre un gran bisogno. Per questo il tasso di occupazione è superiore al 95%.

Lo stipendio medio nei primi due anni di lavoro è di circa 1200 – 1500 euro al mese.

Posizione 1 – Economia e commercio

I professionisti del business e della finanza si aggiudicano la medaglia d’oro, con il primo posto nella classifica delle lauree più pagate in Italia. Con un tasso di occupazione del 90%, i laureati in economia restano tra le figure più ricercate, grazie anche alla presenza di molteplici campi di specializzazione. Qual è dunque lo stipendio per economia aziendale o altre aree?

Per i primi due anni di lavoro, lo stipendio medio può arrivare anche a 1600 euro al mese.

Sulle lauree più pagate in Italia abbiamo delineato un quadro piuttosto chiaro. Ora non ci resta che augurarti un grande in bocca al lupo per una carriera di successo.

Credits: [gustavofrazao]/Depositphotos.com