Diritto allo studio? Meno male che c’è l’università UniCusano

Diritto allo studio

Diritto allo studio? Meno male che c’è l’università UniCusano

Questo è un paese dove si mettono facilmente i piedi in testa alle persone. La cosa diventa ancora più spregevole se accade coi giovani, quei ragazzi che devono lottare per farsi un futuro là dove il futuro non c’è. Il diritto allo studio, infatti e non a caso, è un tema sempre caldo nell’informazione nostrana. Ogni giorno accade qualcosa per cui si è quasi costretti a parlare di diritto allo studio. E’ bene perciò, se siete studenti o se avete un figlio studente, essere sempre aggiornati. Ecco cosa sta girando intorno al diritto allo studio.

Quando il mare è di benzina, basta una scintilla per far divampare le fiamme. La metafora calza a pennello col diritto allo studio e la scintilla più recente risale giusto a qualche giorno fa. 450 studenti universitari, nonostante siano stati riconosciuti idonei, si sono visti sfilare da sotto il sedere il posto letto. Come spiega il blog di settore Universitàtelematica.it, delle 1065 domande accettate sono stati “accontentate” solo 650 persone, di cui 100 legate al progetto Erasmus. Inutile dire che la controparte di questa accesa diatriba sul diritto allo studio, e cioè l’Esu (Ente Regionale per il diritto allo studio), sostiene che sia tutto regolare e che pian piano verranno assegnati tutti gli alloggi. Nessuno ha la sfera di cristallo per sapere come si risolverà questa “storiaccia” sul diritto allo studio. E’ chiaro però che si può evitare del tutto di finirne invischiati rivolgendosi ad una realtà seria come l’università UniCusano. Nonostante sia nata come ateneo virtuale, infatti, proprio per tutelare a pieno il diritto allo studio, si è quasi da subito dotata di una sede di oltre 16mila mq, mettendo a disposizione dei suoi studenti fuori sede tutti gli spazzi necessari per poter vivere comodamente la loro vita accademica. Mentre in Italia si lotta col coltello tra i denti per un letto, qui si sfoggia un campus universitario a Roma da ben 200 posti letto dove una settimana di soggiorno costa ad uno studente solo 39 euro. Un bell’esempio di salvaguardia del diritto allo studio e di investimento su quelle nuove leve del paese che porteranno lo stivale fuori dal fango.
Se poi volete maggiori informazioni sull’università UniCusano, oltre al ricco sito, vi consigliamo di leggere con continuità il BLOG di UNICUSANO dove sono presenti tanti topic sulle attività più recenti del mondo accademico e della vita degli studenti. In alternativa potete scrivere anche a informazioni@unicusano.it.