Progetto Erasmus, l’Università Niccolò Cusano c’è

Università Niccolò Cusano pronta ad abbracciare il progetto Erasmus

L’Università Niccolò Cusano, prestigioso ateneo romano, abbraccia il progetto Erasmus, il famoso programma di mobilità per studenti e professori europei.

Una scelta, quella dell’Università Niccolò Cusano di abbracciare il progetto Erasmus, avvenuta nell’interesse esclusivo di studenti e professori.  Quella trascorsa all’estero, in altre zone dell’Europa, è infatti per tantissimi studenti un’esperienza indimenticabile, ma anche un momento formativo in grado di offrire incredibili possibilità formative e relazionali, sviluppabili anche nella ricerca di un lavoro.

Progetto Erasmus. Determinante anche in chiave occupazionale. Stando a quanto emerge da una ricerca dell’Unione Europea infatti, il tasso di non occupati tra coloro che hanno studiato fuori dall’Italia è del 50% inferiore rispetto a quello dei coetanei che non possono vantare nel proprio curriculum un’esperienza del genere.

Bisogna ricordare che il vecchio Erasmus, però, non esiste più. Il progetto andato in pensione, infatti, è stato sostituito, almeno fino al 2020, dal nuovo programma Erasmus+, che va oltre i confini europei ampliando il raggio di destinazioni possibili per gli studenti e i professori del vecchio continente con un’apertura verso gli altri angoli del pianeta.

Erasmus sì. Una incredibile possibilità, quindi, quella che l’Università Niccolò Cusano ha deciso di offrire ai propri studenti e ai propri dicenti. Laureandi e professori dell’Università Niccolò Cusano avranno quindi la possibilità di studiare e lavorare in realtà accademiche di tutto il mondo, grazie agli accordi che la Cusano sta siglando con altre realtà accademiche straniere, e a loro volta studenti e professori europei ed extraeuropei avranno modo di vivere la loro esperienza in Italia potendo fare affidamento sulla qualità della didattica e dei servizi offerti dall’Università Niccolò Cusano.

Stando ai numeri emersi da uno studio dall’Unione Europea le destinazioni più gettonate degli studenti Erasmus, nell’anno accademico 2012-2013, sono state la Spagna, con 40mila studenti circa, poi la Germania con 30mila, la Francia con 29mila, il Regno Unito con 27mila e l’Italia, scelta da quasi 20mila europei. Chiude la classifica il Liechtenstein, meta di solo 62 studenti.

Le cifre, per quanto importanti, calcolano ancora solo il 10 per cento degli studenti europei, mentre l’obiettivo della Commissione Europea è condurre i partecipanti, già dall’anno prossimo, a raggiungere le 300mila unità.

Per informazioni: erasmus@unicusano.it