I 5 falsi miti sulla laurea in sociologia (e qual è la verità)

5 falsi miti laurea sociologia

Per ogni facoltà esistono dei miti e voci di corridoio, e la facoltà di sociologia non è da meno.

Credere a questi miti però, porta a rendere ancora più ardua la scelta del proprio percorso formativo e non solo: potrebbe generarsi un vortice di mancanza di motivazione. Ecco perché tra poco sfateremo i 5 falsi miti sulla Laurea in Sociologia.

Molte persone, non sapendo cosa aspettarsi da questo percorso universitario, cominciano a chiedere ad altri studenti e studentesse, o cercando su internet, le caratteristiche. Ma spesso, incappano in informazioni poco accurate o inesatte, che rischiano di compromettere la scelta di questo corso.

Meglio dunque, fare chiarezza e togliere qualsiasi dubbio!

Quali sono i falsi miti sulla laurea in sociologia? Ecco ciò a cui NON devi credere

In questa guida troverai tutti i 5 falsi miti sulla Laurea in Sociologia e quale è invece la verità. Per ogni facoltà esistono delle “dicerie” che possono essere fuorvianti e creare una difficoltà, quando è ora di scegliere il proprio percorso di studi, poiché ci si affida a queste voci di corridoio. Per evitare queste incomprensioni, ecco che faremo maggior chiarezza.

#1 A sociologia si studia poco e la laurea si ottiene facilmente

Falso! Non esistono facoltà che prevedono scorciatoie e scarso impegno. Ogni facoltà, e quella di sociologia non è da meno, richiede volontà, dedizione e impegno. E naturalmente, qualche ora di studio.

#2 La preparazione risulta troppo vaga

Molte persone accusano la facoltà di Sociologia di essere troppo vaga nella formazione, impartendo insegnamenti poco approfonditi e che sanno “di tutto e di niente”.

Partiamo parlando delle materie di cui vengono fornite le basi:

  • Pedagogia;
  • Storia contemporanea;
  • Principi e fondamenti del servizio sociale;
  • Diritto ed Economia;
  • Psicologia;
  • Analisi empirica della società;
  • nello specifico, alcune branche della Sociologia, ad esempio Sociologia delle istituzioni e principi, Sociologia economica, Sociologia della famiglia, della religione, del lavoro ed altre.

Perché occorre una preparazione base di tutte queste materie? Perché il sociologo studia i fenomeni che accadono nella nostra società, analizzando un campione di persone nel corso del tempo. Avere base sulla storia, l’evoluzione infantile, la psicologia, permetterà di avere un quadro più completo e di conseguenza, effettuare un’analisi più completa ed accurata.

Pertanto, avere una formazione così ampia è molto importante per non pregiudicare la propria ricerca e analisi.

#3 La laurea in sociologia non conta, non ci sono opportunità lavorative

Il terzo falso mito è proprio questo: per gli sociologi non c’è spazio nel mondo del lavoro, e quindi come laurea, è inutile.

Perché questo mito è così radicato? Perché c’è ancora chi pensa che con questa laurea si possa accedere solo a posizioni di ricerca. Ovviamente, non è affatto così. Ecco possibili sbocchi lavorativi con una laurea in sociologia:

  • diventare insegnante di sociologia e scienze sociali nelle scuole superiori insegnare nelle scuole superiori;
  • lavorare in diversi campi all’interno di organizzazioni volte al sociale: un’ottima opportunità se ami l’ambiente delle organizzazioni e cooperative, ad esempio. Potresti lavorare in settori come politiche sociali, politiche giovanili, educative e politiche di immigrazione, e forniresti servizi di consulenza, oppure di progettazione, di coordinamento o gestione di progetti;
  • lavorare in diversi campi all’interno di aziende private: grazie alla laurea in sociologia, sarà possibile ricoprire diverse tipologie di ruoli in aziende private, lavorando come il Market Research Analyst, oppure all’interno degli uffici di Risorse Umane, nell’ambito del giornalismo e redazione.

Insomma, la scelta di certo non manca. Sempre più persone sono rivolte a lavori all’interno delle organizzazioni e cooperative, unendo le proprie competenze a una missione, ovvero quella di aiutare una comunità.

#4 Per avere buone chance nel mondo del lavoro sono sufficienti i soli primi 3 anni

Pur riconoscendo che i primi 3 anni della facoltà di sociologia siano validi, spesso non sono sufficienti per intraprendere alcune professioni, che richiedono un certo grado di specializzazione.

Perciò ti consigliamo di rivalutare la tua scelta e optare per una laurea magistrale, in modo da avere maggiori maggiori opportunità.

Seguendo un ciclo di studi 3 + 2 (perciò 3 anni per la laurea di primo livello + 2 anni per la laurea specialistica) potrai raggiungere il titolo di Dottore o Dottoressa magistrale.

Per cosa è utile questo titolo accademico?

Se vorrai continuare gli studi accademici (pensiamo al ruolo di ricercatore o dottorando), oppure se vorrai prendere parte a concorsi pubblici di vario genere, essere dottore magistrale è un requisito necessario.

Perciò potrebbe essere limitante non proseguire con gli studi e ti precluderà dal ricoprire determinate posizioni lavorative che invece richiedono una conoscenza delle materie in maniera più approfondita, raggiungibile con i 5 anni di università.

Pertanto, se stai pensando di iscriverti alla Facoltà di Sociologia, considera tutte queste informazioni che ti abbiamo condiviso e fare una scelta consapevole.

#5 C’è solo teoria

La sociologia non è affatto solo teoria; al contrario, sono previsti diversi momenti di prova “sul campo”. Nel percorso di studi di sociologia, sono previste sia ore di teoria che di pratica, attraverso stage in ambiti diversi per fornire una formazione completa.

Studiare sociologia con Unicusano

Se vuoi intraprendere il tuo percorso di studi in sociologia, Unicusano ha all’attivo due corsi di laurea, pensati proprio per trasmetterti le competenze di cui hai bisogno nel campo. Nello specifico:

La triennale punta ad offrire una formazione nel campo della sociologia per consentire una corretta analisi dei fenomeni sociali contemporanei, ponendo la dovuta attenzione sull’aspetto metodologico. La magistrale rappresenta la prosecuzione naturale del percorso triennale e fornisce un’avanzata competenza nelle discipline sociologiche, unita alla capacità di analisi dei fenomeni sociali in chiave interdisciplinare.

Entrambi i corsi di laurea vengono erogati online, grazie alla metodologia telematica: potrai seguire le lezioni in una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Inoltre, i corsi di laurea sono afferenti al Percorso Eccellenza, una nuova modalità di vivere la formazione universitaria. Con il Percorso Eccellenza, puoi accedere a due grandi benefit:

  • La presenza di un mentore dedicato, che ti accompagnerà nella preparazione degli esami
  • La possibilità di svolgere gli esami finali sotto forma di esoneri intermedi

Se vuoi iscriverti, compila il form.