Lavorare col diritto processuale, un master di Unicusano

Lavorare col diritto processuale

La Giurisprudenza è una materia complessa ed affascinante. Le strade che offre ai suoi “seguaci” sono molte più di quelle che da profani crediamo di conoscere. Quel che è certo è che, se volete conoscerle e magari percorrerle fino alla fine, dovete considerare la vostra laurea solo come un punto di partenza per darvi poi un know-how specialistico più legato all’attualità e, quindi, alle vere esigenze delle aziende. Esempio fulgido di quanto detto è il master di Unicusano che vi mette in condizione di lavorare col Diritto processuale. In cosa consiste? Che materie vi farà affrontare? Quali sbocchi lavorativi potrete prendere? Tante sono le domande (ovviamente più di queste) ma molte sono le risposte che siamo in grado di darvi in questa mini-guida sul tema che non ha pretesa di essere contenuto esaustivo ma stimolo di riflessione per poi invitarvi ad approfondire meglio quello che qua non troverete. Curiosi? E allora fate buon viaggio in tal senso.
Andiamo dritti al punto: vi interessa lavorare col diritto processuale? Ecco che arriva per voi il master di Unicusano “I livello in Diritto processuale amministrativo“. Si tratta di un’occasione unica di apprendere competenze su come interagire con la Pubblica Amministrazione e tutti i soggetti ad essa connessi. Per via della dimensione pachidermica dell’apparato e della molta burocrazia che lo contraddistingue, è un’impresa tutt’altro che semplice ma voi non sarete soli.

La nostra realtà, infatti, ha come mission aziendale quella di mettere le vostre esigenze al centro della nostra offerta didattica e quindi anche l’esigenza di avere know-how specifico. Il modo in cui lo fa è multidisciplinare per rendervi delle “isole” indipendenti dal resto e cioè dei professionisti completi in grado di svolgere tutte le mansioni che si devono svolgere in questo precipuo settore della Giurisprudenza.

Vediamo qualche considerazione precisa di questa mini-guida per avere un’idea chiara di questa formazione post laurea su materie giurisprudenziali.

L’offerta formativa del master in diritto processuale amministrativo

Il miglior modo per decidere se questo iter didattico fa al caso vostro è vederlo “da dentro” e come si fa ad alzare il cofano di questa macchina? Scoprendo, nel dettaglio, l’offerta formativa del master in diritto processuale amministrativo. Eccola:

MODULO – LA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA NEL PANORAMA STORICO ITALIANO

  • Le origini del sistema di giustizia amministrativa
  • I principi costituzionali in tema di giustizia amministrativa
  • I tre tipi di giurisdizione amministrativa;
  • La giurisdizione amministrativa e le azioni di cognizione del Giudice amministrativo 175 7

    MODULO – IL RIPARTO DI GIURISDIZIONE TRA GIUDICE AMMINISTRATIVO E GIUDICE ORDINARIO

  • L’analisi della sentenza della Corte Costituzionale n. 204/2004 sulla giurisdizione esclusiva e sull’azione risarcitoria;
  • I rapporti tra il giudice amministrativo e gli altri giudici amministrativi speciali;
  • Le azioni esperibili nei confronti della pubblica amministrazione davanti al giudice ordinario 175 7

    MODULO – IL PROCESSO AMMINISTRATIVO: LA DINAMICA PROCESSUALE

  • Il rapporto processuale;
  • I principi;
  • I presupposti del processo amministrativo;
  • La competenza del giudice amministrativo;
  • Le parti del processo ed il contraddittorio;
  • L’istruttoria processuale;
  • Il ricorso incidentale e per motivi aggiunti;
  • Le decisioni del giudice;
  • MODULO – LA TUTELA CAUTELARE DEL GIUDICE AMMINISTRATIVO

  • La sospensione dell’esecuzione del provvedimento amministrativo impugnato;
  • Le misure cautelari ante causam;
  • Le misure cautelari atipiche;
  • I poteri del giudice amministrativo nei confronti delle misure cautelari;
  • MODULO – I RITI SPECIALI

  • Il ricorso avverso il silenzio-inadempimento;
  • Il ricorso in materia di accesso ai documenti amministrativi;
  • Il ricorso in materia elettorale;
  • Il ricorso per l’efficienza delle amministrazioni e dei concessionari dei pubblici servizi;
  • Il decreto ingiuntivo;
  • I riti abbreviati;
  • MODULO – LE IMPUGNAZIONI NEL PROCESSO AMMINISTRATIVO

  • L’appello;
  • La revocazione;
  • L’opposizione di terzo;
  • Il ricorso per Cassazione;
  • Il giudizio di ottemperanza e l’esecuzione: I poteri del Commissario ad acta;
  • MODULO – I RICORSI AMMINISTRATIVI

  • Il ricorso in opposizione;
  • Il ricorso gerarchico proprio;
  • Il ricorso gerarchico improprio;
  • Il ricorso straordinario al Presidente della Repubblica;
  • MODULO – LE PROBLEMATICHE ATTUALI DELLA GIUSTIZIA AMMINISTRATIVA

  • L’istituto della disapplicazione del giudice ordinario e del giudice amministrativo;
  • Cosa giudicata e processo amministrativo: i rapporti tra esito del giudizio di annullamento, riedizione del potere amministrativo e giudizio di ottemperanza;
  • La discrezionalità amministrativa: differenza rispetto al merito ed alla discrezionalità tecnica. Il sindacato della discrezionalità tecnica da parte del giudice amministrativo tra sindacato forte e debole, intrinseco ed estrinseco.

Noterete, a fine lettura delle materie di questa formazione post laurea giurisprudenziale, che l’approccio valica i confini delle singole materie. Perché? Perché dovrete essere autosufficienti in questo settore e quindi appetibili sul mercato del lavoro.

Come diventare esperto nella giurisprudenza amministrativa

Ora che questo titolo di studio per lavorare nella Giurisprudenza sta prendendo forma, è bene che capiate come diventare esperto nella giurisprudenza amministrativa con noi.

Vi saranno sufficienti 1500 ore complessive di lezioni divise tra video di eLearning e lezioni in presenza e scaglionate lungo le materie del diritto processuale amministrativo che vi abbiamo testa esposto.

Gli sbocchi lavorativi di questo master amministrativo sono molteplici ma, di base, sono principalmente legati agli Enti e, più in generale, alle istituzioni pubbliche.

 

Spezziamo il flusso informativo di questo articolo su quale formazione avere per lavorare col diritto processuale per ricordarvi che la materia è ostica e non ne saprete tutto solo con queste parole. Vi invitiamo, infatti, ad integrare le informazioni anche coi nostri articoli del  blog tematico e e con quel che rispondiamo alle domande che ci ponete attraverso l’apposito form informativo.

 

Come prepararsi all’esame da avvocato

E’ chiaro che avere questo scopo nella vita non significa che non dobbiate “corazzarvi” con alcune competenze collaterali come, ad esempio, l’iscrizione all’albo degli avvocati.

Per accedere all’albo degli avvocati dovrete seguire un periodo di praticantato presso uno Studio Legale e, alla fine di questa esperienza, capire in fretta come prepararsi all’esame da avvocato nel migliore di modi.

La nostra università, anche in questo, vi è molto vicino perché offre dei corsi di preparazione ai concorsi statali. Spulciate la pagina e fatevi un’idea se c’è quel che vi può servire.

Lavorare all’estero coi tirocini

Un altro modo per affinare al 100% il master in diritto processuale amministrativo è arricchirlo con l’esperienza di un periodo di lavoro all’estero.

Il confronto coi diversi sistemi di lavoro nel mondo della legge, infatti, vi darà un visuale moderna e completa del tutto in modo tale che possiate anche valutare di far ritorno in Italia ma col giusto know-how.

Usate liberamente il servizio di tirocini di Unicusano grazie a cui potrete lavorare all’estero facendo brevi esperienze presso una serie di aziende selezionate.