Corso di Laurea in Ingegneria Civile

  • Area: Ingegneristica
  • Corso di Laurea: Ingegneria Civile
  • Durata del Corso: Tre anni
  • Classe di Laurea: L-7
  • Curriculum: Meccanico
  • Anno Accademico: 2015-2016
  • Piano di studi

    Requisiti di ammissione

    L'accesso al Corso di Laurea avverrà in funzione del possesso del diploma di scuola secondaria superiore o di altro titolo conseguito all'estero e riconosciuto idoneo. E' richiesta inoltre la conoscenza degli argomenti di matematica, fisica, chimica e biologia normalmente sviluppati nelle scuole medie superiori.
    Le modalità di verifica saranno definite nel regolamento didattico del corso di studio, che fisserà inoltre gli obblighi formativi aggiuntivi nel caso in cui la verifica non abbia avuto esito positivo.

    Il corso di studi in breve

    Il Corso di Studi realizza un percorso formativo orientato a fornire una preparazione metodologica, che utilizzi tutte le conoscenze di base, matematiche, fisiche, chimiche, informatiche, e le conoscenze delle materie specifiche caratterizzanti dell'ingegneria Civile, in modo tale che i laureati siano in grado di affrontare e risolvere in modo soddisfacente problematiche semplici nel campo dell'Ingegneria Civile. I risultati di apprendimento attesi, quindi, riguardano principalmente:

    1. conoscenze di base incentrate sulle discipline della matematica, della geometria, della fisica generale e della meccanica razionale;
    2. discipline caratterizzanti dell'ingegneria edile attinenti all'architettura tecnica, alla scienza e tecnica delle costruzioni, e alla qualità dell'ambiente costruito, all'impatto ambientale, ai servizi tecnologici, dando un congruo rilievo agli aspetti delle costruzioni idrauliche e la pianificazione urbana. Lo scopo di tali discipline è quello di far acquisire all'ingegnere edile le conoscenze indispensabili per poter poi sviluppare le specifiche capacità nella progettazione;
    3. conoscenze linguistiche ed informatiche finalizzate a migliorare le capacità di inserimento dell'ingegnere civile nel mondo del lavoro anche in altri paesi europei. Nell'ambito di alcune delle discipline professionalizzanti viene dato ampio spazio ai laboratori allo scopo di far acquisire al futuro ingegnere le capacità necessarie per poter interpretare le specifiche esigenze del committente e tradurre tali esigente in un progetto alle diverse scale (dal livello micro al livello territoriale).

    Funzione in un contesto di lavoro:
    Il laureato acquisirà competenze, in una prima fase, su materie di base che includono l'analisi matematica, la fisica, la geometria e la chimica che permetteranno l’acquisizione di competenze maggiormente tecniche che consentiranno al laureato di proporsi come validi professionisti in ambito sia privato che pubblico.

    Sbocchi professionali


    • aziende, enti, consorzi ed agenzie preposti alla ideazione, realizzazione e gestione di opere strutturali ed infrastrutturali ovvero reti infrastrutturali;
    • imprese di costruzione e manutenzione;
    • società di ingegneria e studi professionali.

    Il corso prepara alla professione di (codifiche ISTAT)

    1. Tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate - (3.1.3.5.0)
    2. Tecnici dell'esercizio di reti idriche e di altri fluidi - (3.1.4.2.2)
    3. Tecnici della gestione di cantieri edili - (3.1.5.2.0)

    Obiettivi formativi specifici del corso

    Il principale obiettivo del Corso di Laurea in Ingegneria Civile è quello di formare un ingegnere di primo livello con conoscenze di base nel campo dell'ingegneria civile (strutturale, idraulica, geotecnica e dei trasporti) e ambientale (tecnologie, ambientali, tutela del territorio e sicurezza). In particolare le conoscenze di base comprenderanno:

    • gli aspetti metodologici e deduttivi della matematica e della fisica;
    • la struttura, le proprietà e le trasformazioni della materia descritti dalla chimica;
    • gli aspetti metodologici e applicativi della meccanica, con particolare riguardo alla modellazione del comportamento meccanico dei materiali, delle strutture, dei fluidi e delle terre;
    • i vincoli e le condizioni funzionali, normative e ambientali posti dalle esigenze di sicurezza, tutela e compatibilità ambientale e territoriale.

    Il livello di competenze conseguito al termine del percorso formativo permette al laureato di inserirsi ed operare nel mondo del lavoro. Al contempo, il corso di laurea triennale ha il compito fondamentale di preparare lo studente al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Civile, che fornisce una più completa e approfondita competenza sugli argomenti centrali dell'Ingegneria Civile.
    Il percorso formativo è coerente con gli obiettivi suindicati e comprende unità didattiche e altre attività formative per un totale di 180 CFU. In particolare, il primo anno di studi è completamente dedicato allo studio di materie di base (Analisi, Fisica, Geometria, Statistica, Chimica e Disegno), mentre i successivi due anni sono dedicati alla formazione nei settori tecnici caratterizzanti dell'ingegneria civile e ambientale. Il percorso di studi è completato da un tirocinio e dalla prova finale.

    Risultati di apprendimento attesi

    I risultati di apprendimento attesi sono quanto uno studente dovrà conoscere, saper utilizzare ed essere in grado di dimostrare alla fine di ogni segmento del percorso formativo seguito.
    I risultati di apprendimento sono stabiliti dal Corso di Studio in coerenza con le competenze richieste dalla domanda di formazione e sono articolati in una progressione che consenta all'allievo di conseguire con successo i requisiti posti dalla domanda di formazione esterna.
    Il piano degli studi è composto di moduli di insegnamento organizzati in modo da conseguire obiettivi di costruzione delle conoscenze e delle abilità . Ciascun modulo presuppone un certo numero di conoscenze già acquisite o di qualificazioni ottenute in precedenza.
    Per ogni area di apprendimento, che raggruppa moduli di insegnamento in accordo agli obiettivi comuni che li caratterizzano, vengono descritte le conoscenze e le abilità che in generale quell'area si propone come obiettivo. è possibile poi aprire tutte le schede dove ciascun modulo di insegnamento espone in dettaglio i suoi propri risultati di apprendimento particolari che concorrono all'obiettivo di area.
    Vengono infine descritte le caratteristiche del lavoro da sviluppare per la tesi di laurea, ossia il progetto finale che lo studente deve affrontare al fine di completare la sua formazione dimostrando di aver raggiunto il livello richiesto di autonomia.

    Conoscenza e comprensione
    Il laureato in ingegneria civile e ambientale deve acquisire una preparazione che deriva da una fase iniziale di formazione su materie di base che includono l'analisi matematica, la fisica, la geometria, la chimica e il disegno. La relativa conoscenza e padronanza permettono al laureato di:

    • comprendere gli aspetti concettuali e utilizzare i metodi appresi in ambiti diversi, in particolare nello studio delle discipline affini e caratterizzanti;
    • avere la capacità di riconoscere e formalizzare problemi e risolverli sulla base dei metodi appresi;
    • essere in grado di leggere e comprendere testi matematici, scientifici e tecnici di natura diversa;
    • avere la capacità di descrivere, formalizzare e implementare, attraverso adeguati linguaggi di programmazione, algoritmi per la soluzione di problemi elementari.

    Ciò consente al laureato di comprendere e modellare il comportamento meccanico dei materiali e delle opere e di interpretare le relazioni fra le diverse componenti di progetti multidisciplinari nel campo dell'ingegneria civile, del territorio e dell'ambiente.
    La formazione metodologica e le conoscenze necessarie per consentire allo studente l'acquisizione delle capacità sopra indicate sono trasmesse in modo coordinato e progressivo nell'ambito di tutti gli insegnamenti e le attività didattiche facenti parte del corso di studio.
    La verifica del conseguimento degli obiettivi formativi da parte di ciascun allievo è condotta in modo organico nel quadro di tutte le verifiche di profitto previste nel corso di studio.

    Giudizio
    Capacità di applicare conoscenza e comprensione

    Il percorso di studi prevede una formazione di base che educhi lo studente al rigore logico e fornisca i mezzi per la risoluzione dei problemi di ingegneria civile per approssimazioni successive, ossia partendo da concetti generali e muovendosi progressivamente verso l'analisi di problemi specifici dell'ingegneria civile. In particolare, l'allievo svilupperà la capacità di applicare le proprie conoscenze per identificare, formulare e risolvere problemi dell'ingegneria utilizzando metodi consolidati, nonché per analizzare prodotti, processi e metodi dell'ingegneria.

    Tali capacità saranno sviluppate mediante esercitazioni e lavori di gruppo; la verifica avverrà esami scritti e/o orali.

    Competenze associate alla funzione


    • L’ingegnere triennale in Ingegneria civile acquisirà competenze specifiche per:
    • progettare e dirigere lavori di Ingegneria civile, nei limiti previsti dalla legge;
    • eseguire collaudi e verificare gli standard, le funzionalità e la sicurezza di strutture ed infrastrutture;
    • effettuare calcoli e dimensionamenti per strutture ed infrastrutture;
    • coordinare il rilevamento di strutture ed infrastrutture;
    • gestire attività di manutenzione ordinaria o straordinaria su strutture e infrastrutture;
    • gestire i rapporti con il committente, le maestranze e le istituzioni.

    Prova finale

    La laurea triennale in Ingegneria Civile e ambientale si consegue dopo aver superato una prova finale consistente nella preparazione e presentazione di una tesi di laurea originale che può essere di carattere teorico, progettuale, sperimentale o con caratteristiche miste.
    Le modalità di discussione saranno definite del regolamento didattico del corso di studio.