Formazione insegnanti 60-30-36 CFU

Si comunica che il CISF – Università Niccolò Cusano ha ottenuto l’accreditamento ministeriale di tutti i percorsi di formazione iniziale dei docenti richiesti. L’Ateneo resta in attesa dei Decreti Attuativi per la pubblicazione dei relativi bandi e per l’apertura delle iscrizioni.
Questa pagina sarà aggiornata con i relativi link appena superata questa fase

Formazione iniziale degli insegnanti per la scuola secondaria di primo e secondo grado

La legge 79/2022 ha introdotto il nuovo Percorso di formazione iniziale e abilitazione per i docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, corrispondente a non meno di 60 CFU, con l’obiettivo di sviluppare e verificare nei futuri docenti le competenze culturali, disciplinari, pedagogiche, psicopedagogiche, didattiche e metodologiche proprie della professione, e la capacità di progettare percorsi didattici flessibili.

Il DPCM del 4 agosto 2023, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 25 settembre 2023, ha definito il percorso universitario e accademico di formazione iniziale e abilitazione dei docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, in attuazione degli articoli 2 -bis e 2 -ter, dell’art. 13 e dell’art. 18 -bis del decreto legislativo del D.lgs n. 59/2017.
Le università e le istituzioni AFAM possono offrire percorsi formativi da 30 o 36 CFU solo dopo l’accreditamento del corrispondente percorso formativo da 60 CFU.

L’Università Niccolò Cusano ha istituito il Centro Interdipartimentale per i servizi formativi (CISF) per avviare questi percorsi e ha presentato richiesta per l’attivazione delle seguenti classi di concorso:

  • A022 – italiano storia geografia nella scuola secondaria di I grado (120)
  • A028 – Matematica e scienze (50)
  • A048 – Scienze motorie e sportive II grado (50)
  • A027 – Matematica e fisica (30)

L’Ateneo pubblicherà i bandi per l’iscrizione, a seguito dell’accreditamento da parte di Anvur.
Questa pagina sarà aggiornata con il link alla pre-iscrizione appena superata questa fase.

Tipologie dei percorsi e destinatari

Percorso da 60 CFU
Possono accedere al percorso per il conseguimento di 60 CFU:

  • coloro che sono in possesso di una laurea magistrale o di una magistrale a ciclo unico coerente con le classi di concorso per l’insegnamento;
  • coloro che sono iscritti a un corso di laurea magistrale coerente con le classi di concorso per l’insegnamento;
  • coloro che sono iscritti a un corso di laurea magistrale a ciclo unico coerente con le classi di concorso per l’insegnamento, purché abbiano acquisito almeno 180 CFU tra quelli previsti nel proprio percorso formativo.

Percorsi da 30 e da 36 CFU

  • Il percorso formativo abilitante da 30 CFU si rivolge a:
    • vincitori di concorso che non hanno l’abilitazione e hanno partecipato alla procedura concorsuale ai sensi dell’articolo 5, comma 4, del D.Lgs. n. 59/17, in quanto in possesso del titolo di accesso riferito alla specifica classe di concorso e di tre anni di servizio, anche non continuativi, maturati negli ultimi cinque anni nelle istituzioni scolastiche statali, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso;
    • coloro che sono in possesso del titolo di accesso riferito alla specifica classe di concorso e di tre anni di servizio, anche non continuativi, maturati negli ultimi cinque anni nelle istituzioni scolastiche statali o nelle scuole paritarie, di cui almeno uno nella specifica classe di concorso;
    • coloro che hanno sostenuto la prova concorsuale del concorso “straordinario bis”;
    • docenti abilitati su una classe di concorso o grado di istruzione o specializzati sul sostegno, che sono in possesso del titolo di studio necessario con riferimento ad una diversa classe di concorso e intendono conseguire la relativa abilitazione in altre classi di concorso o in altri gradi di istruzione attraverso l’acquisizione di 30 CFU del percorso universitario di formazione iniziale.
  • Percorso formativo transitorio da 30 CFU per chi possiede i requisiti di ammissione ad una classe di concorso (allegato 3 DPCM)
    È rivolto a coloro che sono in possesso esclusivamente del titolo di studio necessario con riferimento alla classe di concorso.
    Per poter partecipare alle procedure concorsuali bandite entro il 31 dicembre 2024, devono acquisire 30 CFU con il presente percorso, che si conclude entro il 28 febbraio 2024, e, se vincitori di concorso, dovranno completare il percorso di 60 CFU con il percorso di cui al successivo punto 3.
  • Percorso formativo da 30 CFU per completare il percorso di 60 CFU (allegato 4 DPCM)
    È rivolto ai vincitori di concorso che hanno partecipato senza essere già abilitati ovvero:
    coloro che, in possesso del titolo di accesso, hanno acquisito i 30 CFU con il percorso di cui al precedente punto 2.
  • Percorso formativo da 36 CFU per completare il percorso di 60 CFU (allegato 5 DPCM)
    È rivolto ai vincitori di concorsi banditi entro il 31 dicembre 2024, che hanno partecipato senza essere già abilitati ovvero:
    coloro che, in possesso del titolo di accesso, hanno conseguito 24 CFU nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche entro il 31 ottobre 2022.

I profili di coloro che possono partecipare ai vari percorsi sono disponibili negli allegati del DPCM 4 agosto 2023

Prova Finale

La prova finale si articola in un’analisi critica basata sull’esperienza di tirocinio e una lezione simulata che incorpora tecnologie digitali. La lezione simulata prevede la progettazione, anche attraverso tecnologie digitali multimediali, di un’attività didattica innovativa. Questa include l’illustrazione delle decisioni prese in termini di contenuti, didattica e metodologia, in relazione al percorso di formazione iniziale specifico per la classe di concorso in questione.

Modalità di erogazione
I percorsi di formazione iniziale saranno svolti secondo le modalità di cui all’art. 7 del DPCM n. 224 del 25/09/2023. In base a ciò, i percorsi saranno:

  • a frequenza obbligatoria; per l’accesso alla prova finale è necessaria una percentuale minima di presenza alle attività formative pari al 70% per ogni attività formativa.
  • svolti interamente in presenza o, esclusivamente per le attività diverse dalle attività di tirocinio e di laboratorio, con modalità telematiche in misura comunque non superiore al 20% del totale; in deroga, il Decreto PA Bis ha stabilito che esclusivamente per gli a.a. 2023/2024 e 2024/2025 sarà possibile erogare il percorso abilitante con modalità telematiche in misura non superiore al 50% del totale;

I percorsi abilitanti da 30 CFU per docenti già abilitati o specializzati sul sostegno saranno invece svolti secondo le modalità di cui all’art. 13 del DPCM. In base a ciò, i percorsi possono essere svolti anche mediante modalità telematiche, comunque sincrone, anche in deroga al limite del 20%.

Requisiti di accesso
I requisiti di accesso sono definiti all’art. 7 c. 4 e 5 del DPCM. All’indirizzo https://www.miur.gov.it/web/guest/titoli-di-accesso è possibile controllare di possedere i requisiti di accesso alla classe di concorso (o eventualmente alle classi di concorso) di proprio interesse con riferimento al DPR 19/2016 e al DM 259/2017.
Il DPCM prevede l’attivazione di percorsi da 60 CFU, 30 CFU e 36 CFU. Il percorso avrà un costo massimo di 2.500 euro per il percorso da 60 CFU, ridotto a 2.000 euro nei casi indicati dal DPCM. La prova finale abilitante avrà un costo massimo di 150 euro. I piani di studio e le relative applicazioni sono definiti dagli allegati del Decreto.

CHIEDI INFORMAZIONI