Infiammazione cronica: gestione e prevenzione - Unicusano


Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale

Infiammazione cronica: gestione e prevenzione

in partnership didattica con partnership
  • A.A.: 2022-2023
  • CFU: 625 h - 25 CFU
  • III Edizione II Sessione
  • Scadenza: 31/01/2023

Obiettivi e destinatari

Il Corso si rivolge a preferibilmente a Medici, Biologi, Farmacisti, Dietisti, Psicologi, Fisioterapisti, Infermieri, Odontoiatri, Veterinari e a tutte quelle figure che direttamente o indirettamente intervengono nell’ambito della Nutrizione e del benessere.
L’infiammazione acuta, della durata di pochi giorni, è una risposta protettiva che attua naturalmente l’organismo e che si verifica quando i tessuti vengono danneggiati da agenti esterni, come batteri, traumi, tossine, calore. Altra cosa è l’infiammazione cronica, processo flogistico di lunga durata che può portare a un’ampia gamma di malattie croniche, come la sindrome metabolica, che include diabete di tipo 2, malattie cardiache e obesità ma anche altre condizioni come il cancro e le demenze, tra cui l’Alzheimer.

In questo corso verranno analizzate le cause dell’infiammazione cronica, quali sono i segnali e i sintomi che possono fungere da campanello d’allarme e i rimedi per prevenirla sulla base di evidenze scientifiche. L’analisi verterà sulle azioni che si possono porre in atto, modificando lo stile di vita in relazione a dieta, sedentarietà, stress, etc.
Verranno indicate strategie alimentari adeguate, integrazioni specifiche (fitoterapiche, vitaminiche, minerali, etc) per le diverse condizioni e particolare attenzione verrà rivolta al microbiota intestinale e alle sue correlazioni con l’infiammazione cronica sistemica di basso grado.

Approfondimenti specifici verteranno sul metodo Kousmine, la dieta chetogenica, il microbiota, le malattie autoimmuni, i fattori psicologici e lo stress, sulla lettura PNEI, ma anche su fisioterapia ed osteopatia utili per attenuare quelle condizioni dolorose che accompagnano l’infiammazione cronica, nonché l’attività fisica nel suo duplice ruolo di inibizione o promozione dell’infiammazione e le tecniche di rilassamento più note.
Gli obiettivi del Corso sono direzionati a fornire gli strumenti conoscitivi per individuare l’insorgenza di processi infiammatori e le loro conseguenze patologiche, nonché quelli di intervento per affrontare e risolvere in modo trasversale le problematiche flogosi-dipendenti.

Per l’iscrizione al Corso di Perfezionamento è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  • laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n.509;
  • lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M.270/2004;
  • lauree specialistiche ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M. 270/2004;

I candidati in possesso di titolo di studio straniero non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al Corso. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.
I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.

Durata, Organizzazione didattica, Verifiche e Prova finale

Il Corso ha durata annuale pari a 625 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 25 CFU.
Il Corso si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h24.
Il Corso è articolato in :

  • lezioni video e materiale fad appositamente predisposto;
  • congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento, allo studio individuale e domestico;

Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Corso dovranno sostenere un esame finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti.

Programma

Offerta formativa
discipline argomenti trattati docenti CFU ORE

Fisiologia dell’infiammaziOne

La metafora del sistema immunitario: immunità innata e acquisita; circuiti immunitari: strategie di riconoscimento e risposta; autofagia, inflammasomi e immunosenescenza; biomarcatori molecolari: le scienze “omiche” (metabolomica, lipidomica, proteomica, epigenomica); omeostasi e allostasi: ruolo del microbiota intestinale

Alessandra Viola

2

50

Processo patogenetico dell’infiammazione

Infiammazione acuta, cronica e silente; biomarcatori dell’infiammazione; ruolo del microbiota nei meccanismi dell’infiammazione; mimetismo molecolare, reattività crociata e HLA; prevenzione primaria nelle malattie infiammatorie croniche

Alessandra Viola

1

25

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE MALATTIE INFETTIVE, AUTOIMMUNI, ALLERGICHE E NEUROTOSSICHE

La risposta autoimmune nelle malattie reumatologiche: artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico, sclerosi sistemica.

La risposta allergica: rino-congiuntivite, asma, dermatiti.

Infezioni e infiammazione; stato infiammatorio indotto dal virus Sars-cov2.

Sindromi neuroinfiammatorie emergenti: Sensibilità Chimica Multipla, Encefalomielite mialgica, Fibromialgia, Elettrosensibilità

Alessandra Viola

1

25

Immunosenescenza

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE MUSCOLOSCHELETRICHE

Dall’infiammazione all’inflammaging; ruolo dei micro-RNA, l’età epigenetica; autoimmunità nell’anziano; dolore cronico, disturbi del tessuto muscoloscheletrico, artrosi, osteoporosi

Alessandra Viola

1

25

Microbiota e risposta infiammatoria

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE GASTROINTESTINALI E UROGENITALI

L’olobionte; composizione e funzioni del microbiota intestinale; colonizzazione intestinale ed evoluzione del microbiota nell’arco della vita.

Eubiosi e disbiosi; mucosa intestinale e infiammazione; leaky gut e low grade inflammation.

Principali attori ad azione pro-infiammatoria e antinfiammatoria; patologie intestinali ed urogenitali correlate.

Curare il terreno e sostenere la barriera

Laura Lombardi

1

25

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE ENDOCRINOLOGICHE E APPROCCIO PNEI

Infiammazione sistemica, insulino-resistenza e diabete; rocessi infiammatori a carico della ghiandola tiroidea; cortisolo, stress e infiammazione; disturbi del ciclo mestruale, menopausa e infiammazione.

Neuroendocrinologia dello stress; visione PNEI nell’infiammazione cronica silente

Luigia

De Padova

2

50

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE ORALI

Indicatori orali di infiammazione sistemica e indicatori di infiammazione orale; infiammazione e deplezione del microbioma orale; diabete ed infiammazione orale; patologie su base autoimmune e infiammazione orale; ozonoterapia topica: acqua e olio evo ozonizzato; tè verde e parodontopatia; igiene orale

Nadia Marrazzo

1

25

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE NEURODEGENERATIVE

Ruolo dell’infiammazione nella neurodegenerazione. Sostegno al trattamento e alla gestione integrata di alcune patologie: malattie cerebrovascolari; m. di Alzheimer e altre demenze; m. di Parkinson e disturbi del sistema extrapiramidale

Monica Delucchi

1

25

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE CARDIOCIRCOLATORIE

inquadramento del paziente cardiopatico e ruolo dell’infiammazione nelle patologie di cuore e vasi. malattie cardiovascolari e ormoni. sostegno al trattamento integrato di alcune patologie: malattia ipertensiva; cardiopatia ischemica; disturbi del ritmo; aterosclerosi e malattie dei vasi arteriosi; malattie dei vasi venosi efenomeni tromboembolici.

Monica Delucchi

2

50

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE UROGINECOLOGICHE

Ruolo dell’infiammazione in alcune patologie di interesse uroginecologico: sindrome dell’ovaio policistico e insulinoresistenza, endometriosi.

Patologie correlate all’iperattività del mastocita: dolore pelvico cronico, vulvodinia, cistite interstiziale.

Patologie ad eziologia infiammatoria del basso tratto genitale e urinario, nonché stato infiammatorio in gravidanza e atopie del bambino.

Angela LAULETTA

1

25

RUOLO DELL’INFIAMMAZIONE NELLE PATOLOGIE ONCOLOGICHE

Vie infiammatorie coinvolte nella tumorigenesi; ripercussione sul sistema immunitario e sul suo cross talk con le cellule neoplastiche; valore prognostico di indici infiammatori; efficacia di farmaci bersaglio o immunoterapici che agiscono su vie biochimiche dell’infiammazione

Francesca Andreazzoli

1

25

Inquinanti ed infiammazione

Aspetti tossicologici correlati all’infiammazione: ruolo di agenti tossici nell’infiammazione cronica. Cenni di Ecotossicologia. Interferenti endocrini, sostanze inquinanti, pesticidi, metalli pesanti: impatto sulla salute.

Sostanze d’abuso, alterazione del sistema immunitario e promozione dell’infiammazione

Viola MAZZUCCO

1

25

APPROCCIO NUTRIZIONALE ED INTEGRATIVO ANTINFIAMMATORIO ED IMMUNO-MODULATORIO

Immunonutrienti e fitochimici: ruolo di sostegno e boost del sistema immunitario; interventi fitoterapici ed integrativi volti a prevenire ed alleviare l’infiammazione

Sabina Bietolini

2

50

APPROCCIO NUTRIZIONALE: DIETA CHETOGENICA

La chetosi come strumento antinfiammatorio; tipologie di diete chetogeniche ed applicazioni

Roberta Bartocci

1

25

APPROCCIO NUTRIZIONALE: METODO KOUSMINE

I 4 Pilastri del metodo Kousmine per contrastare l’infiammazione: una sana alimentazione, l’apporto supplementare di vitamine ed oligoelementi, l’igiene intestinale, combattere l’anormale acidificazione dell’organismo.

Marilù Mengoni

1

25

TECNICHE DI GESTIONE DELLO STRESS, PRIMA PARTE: MEDITAZIONE

Definizione dello stress e sua correlazione con l’infiammazione; stress ed asse intestino-cervello.

Gestione dello stress: sonno, integrazione, meditazione. Alcuni tipi di meditazione con sessione pratica.

Marilù Mengoni

1

25

TECNICHE DI GESTIONE DELLO STRESS, SECONDA PARTE: TRAINING AUTOGENO, IPNOSI

Autodistensione concentrativa. Training autogeno: tecniche di base; effetti dell’autodistensione; possibilità del ciclo inferiore.

Ipnosi, autoipnosi e modelli integrati: correlati fisiologici dello stato ipnotico; tecniche autoipnotiche ed eteroipnotiche nel trattamento degli stati infiammatori.

Fabiana Cerresi

2

50

TECNICHE DI GESTIONE DELLO STRESS, TERZA PARTE: MINDFULNESS

Mindfulness come rivoluzione di vita; legame mente – corpo; benefici e campi di applicazione della mindfulness per la gestione dello stress e migliorare la qualità di vita

Ilaria ALESSANDRO

1

25

APPROCCIO FISIOTERAPICO ED OSTEOPATICO NELLE PROBLEMATICHE INFIAMMATORIE

Segni e sintomi. Diversi metodi di trattamento nell’infiammazione acuta e cronica. Prevenzione con il trattamento osteopatico dell’infiammazione cronica.

Cenni di trattamento fisioterapico nell’infiammazione

Maura Postinghel

1

25

ATTIVITà FISICA E INFIAMMAZIONE. TECNICHE DI GESTIONE DELLO STRESS, QUARTA PARTE: YOGA

Ruolo dello sport nella risposta immunitaria ed infiammatoria.

Lo yoga come pratica di interruzione del circolo vizioso dello stress; studi clinici su impatto positivo dello yoga su salute e stress.

La pratica delle posture (asana) per la prevenzione e la gestione delle infiammazioni, della respirazione (pranayama) e suoi effetti sulla salute.

Sabina Bietolini Annunziata Cascinelli

1

25

ESAME FINALE

     

Totale

 

25

625

Quota d'iscrizione

– € 800,00

CHIEDI INFORMAZIONI

icona link