Master I Livello

Master Cancel Culture. Storia, Politica, Cultura

in partnership didattica con partnership
  • Master: I Livello
  • A.A.: 2023/2024
  • CFU: 1500 h - 60 CFU
  • II Edizione II Sessione
  • Scadenza: 31/03/2024

Obiettivi e destinatari

Il Master dell’Università Niccolò Cusano si propone – per la prima volta nel panorama nazionale – di fornire una conoscenza approfondita della Cancel Culture, fenomeno particolarmente complesso che sta fortemente caratterizzando il nostro tempo e che sta condizionando alcuni settori e attività cruciali, quali l’economia, la politica, la cultura, l’insegnamento, la ricerca, l’informazione e le relazioni sociali.
Basato su un approccio multidisciplinare, il Master tratterà i diversi aspetti della Cancel Culture, approfondendo dinamiche la cui comprensione è diventata indispensabile per decifrare la contemporaneità. E lo farà a cominciare dalle critiche rivolte a materie e a opere artistiche e letterarie considerate generalmente come l’espressione più alta della cultura occidentale; fino ad arrivare alle richieste di “cancellare” alcune figure storiche dalla memoria collettiva oppure, ancora, al boicottaggio di personaggi pubblici, aziende, brand e persino intere economie nazionali.
Nata come forma di mobilitazione e di attivismo basata sui social media, la Cancel Culture svolge ormai un ruolo fondamentale nelle rivendicazioni identitarie e nei conflitti – generazionali, sociali, culturali, ideologici e internazionali – che attraversano le nostre società.  Essa tocca temi importanti, che riguardano le basi stesse delle democrazie liberali, come la libertà di pensiero e di espressione, i diritti delle minoranze e quelli individuali, e le pari opportunità. 
Di conseguenza, il Master proposto dall’Università Niccolò Cusano – unico nel suo genere – prevede un programma particolarmente articolato: ciò allo scopo non solo di approfondire il tema della Cancel Culture ma di operare anche un’analisi delle pratiche/culture della cancellazione in generale.
In questa prospettiva si procederà a un confronto con fenomeni analoghi appartenenti ad altre epoche storiche, come pure a un’analisi delle attività e delle politiche di cancellazione e “riscrittura” del territorio, del paesaggio e delle realtà locali.

Il Master intende quindi porsi i seguenti obiettivi formativi:

  • chiarire il significato dell’espressione “Cancel Culture”, analizzandone ragioni, attori, contenuti e metodi che le sono propri;
  • approfondire lessico e linguaggi della CC;
  • esaminare limiti e conseguenze della CC dal punto di vista etico e sociale;
  • analizzare l’impatto della CC sull’insegnamento e la ricerca;
  • cogliere le conseguenze della Cancel Culture nel campo della comunicazione, dell’editoria, dell’industria dell’intrattenimento e in ambito artistico;
  • individuare le dinamiche e le implicazioni delle nuove forme di attivismo politico, sociale e civico espresse dalla CC;
  • valutare il rapporto tra CC, libertà di espressione e censura;
  • osservare quali effetti della CC possano costituire fattispecie rilevanti per il diritto civile e penale;
  • analizzare se e come la CC possa influire sulle decisioni economiche di un paese o di un’azienda;
  • soffermarsi su alcuni recenti casi concreti di CC;
  • operare un raffronto tra CC e strategie di “cancellazione della memoria” occorse nei secoli passati.

Tali obiettivi saranno perseguiti coinvolgendo studiosi afferenti a diversi ambiti accademici, al fine di fornire un quadro il più possibile esaustivo della questione e delle sue implicazioni.

Il Master è rivolto a tutti i laureati, con particolare riferimento a insegnanti, giuristi, giornalisti, sociologi.
Per l’iscrizione al Master è richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti titoli:

  • Laurea conseguita secondo gli ordinamenti didattici precedenti il decreto ministeriale 3 novembre 1999 n. 509;
  • Lauree ai sensi del D.M. 509/99 e ai sensi del D.M. 270/2004;
  • Lauree specialistiche ai sensi del D.M. 509/99 e lauree magistrali ai sensi del D.M. 270/2004;

I candidati in possesso di titolo di studio straniero, non preventivamente dichiarato equipollente da parte di una autorità accademica italiana, potranno chiedere al Comitato Scientifico il riconoscimento del titolo ai soli limitati fini dell’iscrizione al Master. Il titolo di studio straniero dovrà essere corredato da traduzione ufficiale in lingua italiana, legalizzazione e dichiarazione di valore a cura delle Rappresentanze diplomatiche italiane nel Paese in cui il titolo è stato conseguito.
I candidati sono ammessi con riserva previo accertamento dei requisiti previsti dal bando.
I titoli di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione per le domande di ammissione.
L’iscrizione al Master è compatibile con altre iscrizioni nel rispetto della nuova normativa in materia di iscrizione contemporanea a due corsi di istruzione superiore, così delineata ai sensi della Legge n. 33 del 12 aprile 2022.

Durata, Organizzazione didattica, Verifiche e Prova finale

Il Master ha durata annuale pari a 1500 ore di impegno complessivo per il corsista, corrispondenti a 60 cfu; si svolgerà in modalità e-learning con piattaforma accessibile 24 h\24 ed è articolato in:

  • lezioni video e materiale fad appositamente predisposto;
  • congruo numero di ore destinate all’auto-apprendimento, allo studio individuale e domestico;

Tutti coloro che risulteranno regolarmente iscritti al Master dovranno sostenere una prova finale che accerti il conseguimento degli obiettivi proposti, presso la sede dell’Università sita in Roma – Via Don Carlo Gnocchi 3.

Programma

Offerta formativa

ATTIVITA FORMATIVA ARGOMENTO DOCENTE CFU ORE SSD
CENSURA E CULTURE DELLA CANCELLAZIONE TRA PASSATO E PRESENTE

L’ETÀ MODERNA

Referente attività: Prof.ssa Alessia Lirosi

  • Presentazione e Introduzione
  • Pratiche della cancellazione in età moderna
  • Dal Vandalismo rivoluzionario alla Cancel Culture

  • Alessia Lirosi
  • Giampaolo Salice
  • Marina Caffiero
6 150  M-STO/02

L’ETÀ CONTEMPORANEA

Referente attività: Prof.ssa Veronica Granata

  • La Cancel culture, la Storia e la Memoria, fra contrasti e nuove sfide
  • Mettere in discussione lo spazio pubblico: i monumenti, le statue, i simboli
  • Inquisizione e Cancel Culture

 

  • Veronica Granata
  • Veronica Granata
  • Livio Ciappetta

6

150 M-STO/04
LINGUAGGIO/LINGUAGGI E IMPLICAZIONI ETICO- ESTETICHE

CONCETTI E PROBLEMI

Referente attività: Prof.ssa Veronica Granata

  • Il concetto di Cancel Culture, le origini, le accezioni e il dibattito contemporaneo.
  • Dalla ‘damnatio memoriae’ ai bannati. Per un confronto fra passato e presente
  • La “cancellazione” di autori e opere letterarie. Il cinema e le arti figurative. Le nuove forme di censura.
  • Le ricadute morali della Cancel Culture.

 

  • Guido Bosticco
  • Guido Bosticco
  • Veronica Granata
  • Francesco Saverio Trincia
6 150 M-FIL/03

LINGUAGGI E COMUNICAZIONE

Referente attività: Prof.ssa Andrea Lanza

  • Il dibattito sui criteri estetici nell’epoca della Cancel Culture
  • Cancel Culture e comunicazione visiva

 

  • Andrea Lanza
  • Giovanni De Luca
6 150 M-FIL/01
CANCEL CULTURE, POLITICA E SOCIETÀ

ASPETTI SOCIOPOLITICI

Referente attività: Prof. Marxiano Melotti

  • La Cancel culture, dal mondo social alla politica. Strumenti di promozione e di gestione delle campagne di boicottaggio e di “annullamento”
  • Mondo antico e Cancel Culture
  • Globalizzazione e Cancel Culture

 

  • Veronica Granata
  • Luciana Jacobelli
  • Marxiano Melotti
6 150 SPS/07

ASPETTI SOCIOCULTURALI

Referente attività: Prof. Marxiano Melotti

  • La Cancel Culture ludica tra i videogiochi e social media: applicazioni pratiche sulle dinamiche degli influencer
  • Patrimonio culturale, turismo e Cancel Culture nella società postmoderna

 

  • Luca Bussoletti
  • Marxiano Melotti
6 150 SPS/08
CANCEL CULTURE E TERRITORIO Referente attività: Prof. Daniele Paragano

  • Mappe, luoghi, identità e cultura in prospettiva geografica.
  • Cancellazione, pianificazione, urbana, decolonizzazione.
  • Comunicazione del patrimonio culturale, archeologia e Cancel Culture.
  • Antropizzazione e cambiamento climatico come forma di cancellazione
  • Cancel Culture, geografie e appropriazione culturale
  • Gastronomia italiana e Cancel Culture

 

  • Giulia Vincenti
  • Daniele Paragano
  • Luciana Jacobelli
  • Livio Ciappetta
  • Gabriele Rosato
  • Livio Ciappetta
12 300 M-GGR/01
CANCEL CULTURE E ASPETTI GIURIDICO-NORMATIVI Referente attività: Prof. Francesco Cirillo  

ASPETTI GIURIDICO-NORMATIVI: DIRITTO COSTITUZIONALE

  • Memoria e oblio nel prisma del diritto costituzionale
Francesco Cirillo 2 50 IUS/08

ASPETTI GIURIDICO-NORMATIVI: DIRITTO PUBBLICO

  • Aspetti di diritto e conseguenze – 1
  • Elisabetta Cruciani
2 50 IUS/09

ASPETTI GIURIDICO -NORMATIVI: DIRITTO PRIVATO

  • Aspetti di diritto e conseguenze – 2
  • Aspetti civilistici. Posizione e possibili responsabilità degli Internet Service Provider.
  • Paolo Di Candilo
  • Antonella Gargini
2 50 IUS/01

ASPETTI GIURIDICO-NORMATIVI: DIRITTO PENALE

  • Prospettive di diritto Penale della Cancel Culture.
  • L’accertamento e la prova penale nel mondo digitale della Cancel Culture.
  • Alessandro Martelli
2 50 IUS/17
  PROVA FINALE 4 100  
  TOTALE   60 1500  

Quota d'iscrizione

  • € 700,00 (4 rate)
  • € 500,00 (2 rate) per le seguenti categorie:
    • Docenti di ruolo e i docenti iscritti nelle graduatorie di merito, provinciali o di istituto e in quelle ad esaurimento istituto. I docenti possono inoltre pagare tramite il bonus di 500 euro previsto dalla riforma “La Buona Scuola” (L. 107/2015).

CHIEDI INFORMAZIONI