Tatiana Paucarcaja a Valencia in Spagna

  • Erasmus all’Universidad de Valencia

Mi chiamo Tatiana Paucarcaja e ho vissuto la mia esperienza Erasmus in Spagna, in particolare presso l’Universidad de Valencia.

Cosa posso dire sui mesi trascorsi in Erasmus? Sicuramente un percorso bellissimo anche se inizialmente non è stato facile..

Infatti, convivere con persone estranee e con una cultura diversa dalla propria, richiede sicuramente uno spirito di adattamento e una capacità di integrazione ma con il passare dei giorni quelle stesse persone sono state coloro che hanno reso questo Erasmus indimenticabile!

Valencia è una città bellissima, che offre tante attività da fare ai giovani e non solo.

Il sistema universitario è del tutto diverso dal nostro, per cui anche i meccanismi di partecipazione alle lezioni e di valutazione degli insegnanti sono comunque discordanti rispetto alla nostra organizzazione.

Quello che posso dire con certezza è che questa esperienza mi ha lasciato degli insegnamenti molto importanti sia a livello personale che accademico!

Infatti, a seguito di questo percorso, mi sento più autonoma e indipendente sotto tanti punti di vista e credo di essere cresciuta per quanto riguarda tanti aspetti della mia vita.

La scelta di fare l’Erasmus è nata dall’esigenza di intraprendere un percorso del tutto nuovo, che mi avrebbe portato a scoprire posti differenti, entrare in contatto con nuove culture e incontrare persone nuove.

Credo che l’Erasmus sia importante anche in un’ottica lavorativa, perché comunque durante i mesi trascorsi fuori si acquisiscono delle skills che sono apprezzate anche nel mondo del lavoro.

Per esempio, se penso al mio caso, grazie a questa esperienza ho imparato cose importanti; come la capacità di collaborare con gli altri e di sapermi integrare in maniera positiva all’interno di un contesto nuovo.

Il momento più bello dell’Erasmus sono stati sicuramente i viaggi, che mi hanno consentito di arricchirmi a livello personale, conoscendo usi e costumi nuovi.

Se dovessi scegliere il più brutto, invece, direi che è stato la ricerca della casa, in cui ho avuto qualche problemino ma per il resto non ci sono stati altri momenti difficili.

Se vi sentite spaventati all’idea di fare l’Erasmus e passare tanti mesi lontani da casa, sappiate che una volta arrivati passa tutta la paura!  Questo tipo di esperienza va fatta assolutamente almeno una volta nella vita!!!!   

Lo consiglio a tutti gli studenti, poiché è una di quelle esperienze che ti cambiano la vita e ti fanno conoscere persone stupende, arricchendoti sotto ogni punto di vista!

Tatiana