Giovanni Capasso: "Il mix vincente tra meccanica e gestione manageriale"

Giovanni Capasso, ingegnere aerospaziale-meccanico, si è laureato in Ingegneria Meccanica presso l'Unicusano acquisendo skills e competenze che sono oggi alla base del suo lavoro.
"Il corso di studi magistrale in Ingegneria Meccanica mi ha fornito le conoscenze professionali preposte alla ricerca, alla pianificazione e alla gestione dei prodotti. Inizialmente pensavo che tutte le materie affrontate fossero troppe generiche ma quando ho iniziato a lavorare mi sono reso conto che, in realtà, mi hanno dato un bagaglio culturale abbastanza vasto, che mi permette di affrontare qualsiasi problematica".

Il passaparola e le prime impressioni positive che ha avuto, hanno indirizzato la sua scelta verso il nostro Ateneo, che Giovanni ci descrive così: "Ho scelto Unicusano perché mi sono informato con ex colleghi, su internet, sono andato di persona in sede per un incontro con un consulente ed ho notato che ricevevo sempre un feedback positivo da tutti. Non dimentichiamoci poi il Campus Unicusano, una delle cose più belle: l'accoglienza, il servizio navetta gratuito sempre a disposizione degli studenti, tutto ben organizzato. Un aspetto importante riguarda poi la figura del tutor, il cui supporto è garantito costantemente".

Le competenze che non possono mancare per poter aspirare a fare il suo lavoro: "Una buona base meccanica, partendo dal disegno tecnico fino ad una ottima conoscenza del software Excel e della lingua inglese; la gestione manageriale e il problem solving. Bisogna poi sapersi mettere in gioco, considerando che molte volte gli ingegneri devono abbandonare la loro scrivania e andare sul campo per dare istruzioni al proprio team."

I suggerimenti che si sente di dare agli studenti del corso di laurea in Ingegneria Meccanica: "Il consiglio che posso dare è quello di studiare bene ogni singola materia, anche quella che può sembrare più semplice, visto che in futuro potrebbe essere la base di partenza su cui costruire la vostra professione di Ingegneri. Ricordatevi, soprattutto, di interagire il più possibile con i professori che sono sempre disponibili ad aiutare".

I suoi progetti per il futuro spaziano dallo sviluppo internazionale alla costruzione di un legame sempre più solido con il team con cui collabora: "Spero di ricoprire la mia attuale posizione lavorativa ancora per lungo tempo. Questo perché ho la fortuna di lavorare con altri ingegneri e di confrontarmi con loro ogni giorno, cosa che mi aiuta ad avere spunti sempre nuovi e a migliorare le mie competenze. Come prospettiva futura c'è sicuramente la volontà di perfezionare il mio inglese in modo da completare la mia formazione e la voglia di mettermi in gioco a livello internazionale come già sto facendo".