• Italiano (IT)
  • English (UK)
Accesso Piattaforma Unicusano

Corso di Laurea Magistrale in Scienze Economiche

  • Area: Economica
  • Corso di Laurea: Scienze Economiche
  • Durata del Corso: Due anni
  • Classe di Laurea: LM-56
  • Curriculum: Meccanico
  • Anno Accademico: 2015-2016
  • Piano di studi

    Requisiti di ammissione

    L'accesso al Corso di Laurea magistrale prevede il possesso della laurea triennale nelle classi L-18 o L-33.
    L'accesso al Corso di laurea magistrale può riguardare anche coloro che sono in possesso di laurea triennale in altre classi, ovvero di altro titolo di studio conseguito all'estero riconosciuto idoneo, o di laurea relativa al previdente ordinamento quadriennale, purché in possesso dei seguenti requisiti curriculari, riferibili alla conoscenza delle discipline di base in campo economico, aziendale, matematico - statistico e giuridico:

    • almeno 12 crediti nel SSD SECS-P/01 e/o nel SSD SECS-P/02
    • almeno 9 crediti nel SSD SECS-P/07
    • almeno 6 crediti nel SSD IUS/01
    • almeno 6 crediti nel SSD IUS/04
    • almeno 6 crediti nel SSD SECS-S/01 o SECS-S/03
    • almeno 6 crediti nel SSD SECS-S/06

    Eventuali carenze formative, rispetto ai prescritti requisiti curriculari, dovranno essere colmate prima dell'inizio del corso di studio e della verifica della preparazione individuale, in modo da poter seguire con profitto i corsi.
    Ã prevista la verifica dell'adeguatezza della personale preparazione dello studente, con modalità che saranno definite nel regolamento didattico del corso di studio.

    Il Corso di Studio in breve

    Il Corso di Laurea Magistrale permette allo studente l'acquisizione di una elevata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico nazionale, comunitario, internazionale e comparato. Il laureato magistrale, possiede quindi elevate conoscenze di analisi economica e aziendale e di politica economica e aziendale, riuscendo ad applicare le metodologie della scienza economica e di quella aziendale per analizzare le complessità della società contemporanea e risolvere i problemi economico-sociali, in prospettiva dinamica, tenendo conto, ove necessario, delle innovazioni legate all'introduzione di una prospettiva di genere. Il Corso di Laurea Magistrale, permette inoltre l'acquisizione di una elevata padronanza degli strumenti matematico-statistici e dei principi e istituti dell'ordinamento giuridico nazionale, comunitario, internazionale e comparato. Completano la preparazione, la trasmissione delle competenze linguistiche che permettono l'utilizzo fluente, in forma scritta e orale, di almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari e lo svolgimento di tirocini e stage formativi presso istituti di credito, aziende, amministrazioni pubbliche e organizzazioni private nazionali o sovranazionali.

    Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati

    Funzione in un contesto di lavoro:
    Il laureato magistrale in Scienze dell’Economia possiede una formazione idonea a ricoprire ruoli essenzialmente, ma non esclusivamente, nell' ambito manageriale. Tra le possibili professioni segnaliamo quelle relative alle carriere:

    • manageriali nel settore privato e pubblico;
    • manageriali e direttive nelle imprese del settore finanziario e creditizio;
    • di consulenza in campo economico e finanziario.

    Competenze associate alla funzione:
    Nell’ambito delle competenze acquisite durante il Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell’Economia, il laureato sarà  in grado di operare in completa autonomia dell’ ambito:

    • della consulenza aziendale nelle diverse forme e nei differenti settori dell’area aziendale;
    • della consulenza professionale nell’ambito del settore dei mercati finanziari;
    • del supporto e consulenza al management nell’ambito dei servizi finanziari e commerciali svolta prevalentemente alle dipendenze di Istituti bancari, assicurativi e finanziari;
    • della rilevazione, elaborazione, gestione e monitoraggio e analisi di dati statistici utili a fini descrittivi e previsionali nei diversi ambiti aziendali.

    Sbocchi professionali:
    Il laureato magistrale in Scienze dell’Economia, può ricoprire ruoli professionali collegati alle specifiche competenze acquisite, con particolare riferimento alle seguenti figure:

    • specialista in attività finanziarie;
    • specialista in contabilità ;
    • specialista della gestione nella Pubblica Amministrazione;
    • specialista della gestione e del controllo nelle imprese private;
    • specialista dell'organizzazione del lavoro;
    • specialista dell'economia aziendale.

    Il corso prepara alla professione di:

    • Specialisti della gestione e del controllo nelle imprese private - (2.5.1.2.0)
    • Specialisti in contabilità - (2.5.1.4.1)
    • Specialisti in attività finanziarie - (2.5.1.4.3)

    Obiettivi formativi specifici del Corso

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze economiche intende fornire agli studenti approfondite conoscenze in ambito economico, aziendale, matematico-statistico e giuridico, ottenute attraverso la combinazione di insegnamenti e attività professionalizzanti che permettano loro di affrontare le tematiche economiche e aziendali in un'ottica integrata; il risultato deve essere una conoscenza quanto più possibile completa degli strumenti necessari per comprendere e discutere criticamente problematiche di natura concettuale e applicativa riguardanti i sistemi economici e l'attività delle aziende.
    La logica progettuale del corso è quella di armonizzare, attraverso un processo di integrazione, le differenti discipline relative alle tematiche economiche, aziendali, matematico-statistiche e giuridiche, con lo scopo di affrontare in maniera corretta e interdisciplinare le differenti situazioni riscontrabili nella realtà operativa.
    Lo scopo fondamentale del corso, coerentemente con la logica progettuale, quindi, è quello di fornire agli studenti le necessarie competenze per poter operare in maniera consapevole nei diversi ambiti, spesso tra loro molto diversificati, ma riconducibili alla possibilità di coniugare proficuamente le conoscenze economiche con quelle aziendali, matematico-statistiche e giuridiche.
    La presenza nelle attività caratterizzanti di diversi insegnamenti, tra cui quelli afferenti ai settori dell'Economia politica (SECS-P/01), della Politica economica (SECS-P/02), della Scienza delle finanze (SECS-P/03), della Storia economica (SECS-P/12), della Geografia economico-politica (M-GGR/02), dell'Economia aziendale (SECS-P/07), dell'Economia degli intermediari finanziari (SECS-P/11) e della Statistica economica (SECS-S/03), conferma tale orientamento.

    Elemento fondamentale del progetto risulta l'interazione tra gli obiettivi formativi e il mondo del lavoro, con la finalità di fornire adeguate conoscenze teoriche e pratiche che possano offrire agli studenti diverse opportunità di lavoro particolarmente nei settori economici pubblici e privati, negli uffici studi di organismi territoriali, in enti di ricerca nazionali ed internazionali, nella pubblica amministrazione e nell'ambito delle libere professioni di natura economica.
    Tale interazione è connessa al percorso formativo che prevede non solo il superamento degli esami di profitto previsti dal Corso di Laurea ma anche lo svolgimento di attività professionalizzanti (come tirocini, stage ed altre attività ) in imprese, enti e società , e/o l'approfondimento della conoscenza della lingua inglese, e/o il perfezionamento di abilità informatiche; l'obiettivo è quello di permettere agli studenti di approfondire le conoscenze e competenze economiche in modo da avvicinarsi e inserirsi proficuamente nel mondo del lavoro tramite il sostegno dell'istituzione universitaria.
    Il percorso si conclude con la redazione di un elaborato scritto che dovrà contenere elementi di originalità , sviluppato in una disciplina di particolare interesse per il discente con la supervisione del docente titolare dell'insegnamento.

    Risultati di apprendimento attesi

    Conoscenza e comprensione
    I laureati magistrali nel corso di Laurea in Scienze economiche devono avere una solida preparazione nelle discipline economiche, aziendali, matematico-statistiche e giuridiche, nonché una conoscenza approfondita dei concetti e delle tecniche da sviluppare in campo economico e aziendale.
    Il percorso formativo affianca alla parte concettuale una tecnico-operativa di carattere applicativo con una costante ricerca della partecipazione attiva degli studenti e dell'approfondimento delle tematiche oggetto di indagine; inoltre, intende sviluppare nei laureati capacità critiche e di problem solving.
    La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e/o scritti nonché tramite la somministrazione di test elaborati del docente di ciascuna disciplina al fine di indurre lo studente ad una verifica guidata sulla sua capacità di apprendimento.

    Capacità di applicare conoscenza e comprensione
    Il modello didattico prescelto si fonda sulla ripresa e l'approfondimento delle discipline economiche e aziendali che
    costituiscono il nucleo centrale del Corso di laurea, opportunamente integrate dalle discipline di settori contigui e/o
    complementari ai corsi specifici della laurea magistrale.
    I laureati magistrali in Scienze economiche devono essere in grado di applicare le loro conoscenze e capacità di
    comprensione in maniera professionale e aver inoltre acquisito competenze specializzate nell'ambito economico.
    Le predette capacità sono sviluppate mediante:

    • formazione in aule virtuali;
    • attività seminariali in presenza;
    • esercitazioni;
    • esperienze dirette nel mondo del lavoro, quali tirocini e project work.

    I laureati magistrali devono saper utilizzare le conoscenze e competenze economiche ad un livello avanzato e quelle quantitative per l'analisi delle problematiche tipiche della realtà operativa. Essi devono essere in grado di gestire la complessità aziendale, applicandole proficuamente e affiancando alla specializzazione una notevole flessibilità operativa.
    La corretta applicazione di conoscenze e competenze è resa possibile da studio individuale e di gruppo, accompagnati da riflessione critica.
    La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente attraverso esami orali e/o scritti; si basa sullo svolgimento di specifici compiti in cui lo studente dimostra padronanza di strumenti, metodologie e autonomia critica.

    Autonomia di giudizio - Abilità comunicative - Capacità di apprendimento

    Autonomia di giudizio
    I laureati magistrali in Scienze dell'economia devono essere in grado di integrare le conoscenze e gestire situazioni complesse; devono avere acquisito, quindi, una preparazione interdisciplinare che può consentire di combinare opportunamente le conoscenze di base e gestire la complessità ambientale.
    Hanno una visione sistemica degli strumenti e dei metodi di analisi per comprendere in modo critico i comportamenti delle imprese. L'autonomia di giudizio si acquisisce anche attraverso le attività previste dall'ordinamento didattico e maturate nell'ambito dei crediti assegnati per le attività a contatto con le imprese.
    I laureati devono avere la capacità di far confluire le conoscenze all'interno di problematiche operative complesse, acquisendo durante il percorso formativo capacità critica e autonomia di giudizio nelle valutazioni e nelle decisioni.
    Quest'ultima viene sviluppata soprattutto attraverso esercitazioni e attività professionalizzanti, svolte anche in gruppo, nonché stimolando un contraddittorio in aula su specifici case studies.
    Tale capacità trova piena realizzazione nell'ambito dell'elaborazione della tesi finale, che ne costituisce strumento di verifica, e nello svolgimento delle attività professionalizzanti, anche con modalità diverse dal tirocinio; il conseguimento dei relativi crediti costituisce la modalità con cui i risultati attesi vengono verificati.

    Abilità Comunicative

    I laureati magistrali in Scienze economiche devono saper comunicare in modo chiaro e interagire con
    il mondo economico, del lavoro e delle professioni.
    Tali abilità vengono acquisite durante il percorso didattico, sia nella preparazione degli esami sia in
    attività formative specifiche; sono sviluppate in modo significativo per l'elaborazione e la
    presentazione di relazioni e documenti.
    L'acquisizione delle stesse avviene, inoltre, tramite l'attività svolta dallo studente per la stesura della
    tesi finale e la discussione della medesima.
    La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente durante gli esami
    orali e/o scritti e nell'ambito dell'elaborazione della tesi.

    Capacità di Apprendimento
    I laureati magistrali in Scienze dell'economia devono aver acquisito le competenze proprie delle
    discipline economiche. Essi dovranno avere capacità di:

    • studio autonomo e auto-gestito;
    • approfondire e auto-aggiornare in autonomia le proprie conoscenze;
    • individuare gli strumenti e i percorsi di formazione adeguati per raggiungere le finalità descritte nel punto precedente.

    Le capacità di apprendimento sono stimolate durante l'intero percorso formativo, con particolare riguardo allo studio sviluppato singolarmente, mediante l'elaborazione di progetti individuali e di gruppo. Questi ultimi sono il frutto delle sollecitazioni dei docenti dei singoli insegnamenti indirizzate ad originare proposte di progetti da elaborare su argomenti di particolare interesse della disciplina e/o del Corso di laurea; in questo contesto, si inserisce anche l'attività svolta per l'elaborazione della tesi di laurea.
    La verifica del raggiungimento dei risultati di apprendimento avviene principalmente durante gli esami orali e/o scritti e nell'ambito dell'elaborazione della tesi.

    Prova finale

    La prova finale per il conseguimento della laurea magistrale consiste nella redazione e discussione di un elaborato scritto, ampio e approfondito, in lingua italiana o inglese, redatto in modo originale dal laureando, sotto la guida di un docente titolare dell'insegnamento nel Corso di Laurea, in riferimento a un argomento inerente una disciplina che rientra nel percorso di studio e che ha destato particolare interesse nel discente.