• Italiano (IT)
  • English (UK)
Accesso Piattaforma Unicusano

Corso di Laurea Magistrale in Psicologia clinica e della riabilitazione

  • Area: Psicologica
  • Corso di Laurea: Magistrale in Psicologia clinica e della riabilitazione
  • Durata del Corso: Due anni
  • Classe di Laurea: LM-51
  • Curriculum: Meccanico
  • Anno Accademico: 2016-2017
  • Piano di studi

    Corso di studi in breve

    Il Corso di laurea Magistrale in Psicologia ha l'obiettivo di completare il percorso formativo dei laureati triennali in Scienze e Tecniche Psicologiche e promuovere lo sviluppo di conoscenze e competenze psicologiche per i laureati provenienti da percorsi formativi affini alla filiera psicologica e che, in particolare, abbiano già acquisito un livello di preparazione di base nelle materie della psicologia. La laurea Magistrale è articolata in due curricoli formativi tra loro alternativi. Il primo in Psicologia Clinica e della Riabilitazione, il secondo in Psicologia del Lavoro, delle Organizzazioni e dei Servizi.
    Per quanto concerne il curriculum formativo in Psicologia Clinica e della riabilitazione, l'obiettivo principale è quello di promuovere competenze teorico-applicative nell'ambito della psicologia dei processi cognitivi normali e patologici, della neuropsicologia e delle neuroscienze, della valutazione psicometrica, psicosociale e dello sviluppo e dell'intervento psicologico, nei diversi contesti in cui opera lo psicologo quali, ad esempio, strutture di cura del servizio pubblico e privato, nei servizi di accoglienza territoriale e nelle istituzioni educative.

    Obiettivi formativi

    Sinteticamente il percorso formativo prevede due fasi principali declinate nei due anni del corso di laurea. La prima fase, prevede l'acquisizione di competenze specialistiche che permettano di applicare le conoscenze di base acquisite nel percorso triennale nei diversi contesti clinici e di comunità. La seconda fase che coincide con il secondo anno del corso di laurea, prevede lo sviluppo di abilità di ideazione, progettazione e programmazione di interventi psicologico-clinici e riabilitativi.

    I laureati svilupperanno

    Il laureato dovrà inoltre sviluppare competenze che gli consentano di applicare le conoscenze acquisite nei diversi contesti in cui opera lo Psicologo. Competenze specifiche saranno costituite dalla capacità di formulare la diagnosi psicologica, anche attraverso l'utilizzo di strumenti di indagine psicometrica, in funzione di modelli teorico-applicativi scientificamente validati. Il laureato dovrà anche acquisire abilità adeguate per la strutturazione di progetti di intervento psicologico-clinico e riabilitativo rivolti al singolo e alla comunità.

    Ambiti occupazionali

    1. il mondo della produzione di beni e di servizi (compresi ASL, ospedali, istituzioni scolastiche)
    2. contesti lavorativi del “terzo settore” ( quali cooperative e associazioni) che gestiscano servizi residenziali e semiresidenziali, o realizzino progetti di prevenzione e riduzione del disagio nel corso di vita
    3. attività professionali autonome di valutazione e sostegno psicologico a individui, gruppi sistemi familiari.
    4. Le competenze acquisite possono, inoltre, essere pienamente utilizzate presso strutture pubbliche e private, vale a dire:
      • ASP (Centri di Riabilitazione; Servizi materno-infantili, S.E.R.T);
      • Consultori familiari, Enti Territoriali (Comuni, Regione);
      • Servizi per la prevenzione del disagio;
      • Istituzioni scolastiche ( sportelli di ascolto e progetti di prevenzione).