università senofonte

Corso di Laurea triennale in Lettere - Studi Umanistici (L-10) - curriculum Materie letterarie e linguistiche

Il Corso di Laurea triennale in Lettere - curriculum “Materie letterarie e linguistiche” ha l’obiettivo di offrire allo studente nuove conoscenze e reali competenze nell’ambito umanistico, con particolare attenzione alle aree più tradizionali delle Lettere. Il percorso è concepito per soddisfare le crescenti richieste del mondo del lavoro, sia nell’ambito dell’insegnamento sia nella produzione e valorizzazione del patrimonio culturale e dell'editoria e comunicazione digitale. Il Corso di Studi in Lettere è fruibile interamente online attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano.

  • Area: Umanistica
  • Corso di Laurea: Studi Umanistici
  • Durata del Corso: Tre anni
  • Classe di Laurea: L-10
  • Curriculum: Materie letterarie e linguistiche
  • Anno Accademico: 2020-2021

Laurea Triennale in Lettere - il Corso in breve

Il Corso di laurea in Lettere è stato progettato per fornire ai futuri laureati una preparazione di ambito umanistico solida e adeguata per affrontare le richieste poste con urgenza dalla società della conoscenza contemporanea.

Con la consapevolezza che la società civile contemporanea si attende, da parte di chiunque si laurei in questa classe, il possesso di una preparazione che comprenda i settori più tradizionali delle Lettere (lingua e letteratura italiana, storia e geografia, linguistica generale e della lingua italiana) unitamente alla padronanza di uso di una seconda lingua dell'Unione europea (in primis l'inglese) e dei principali strumenti e applicativi digitali, necessari tanto per operare nei nuovi ambienti di apprendimento, tanto per la collocazione in ambiti diversi da quello della formazione, UniCusano ha predisposto per il corso di laurea in Lettere due curricoli denominati rispettivamente "Materie letterarie e linguistiche" e "Diffusione della conoscenza".

I due curricoli prevedono un biennio comune (120 cfu, di cui 12 cfu "A scelta dello studente") completato nel caso di "Materie letterarie e linguistiche" da un anno incentrato sullo studio di saperi di ambito socio-psico-pedagogici.

Entrambi i curricoli includono gran parte dei settori disciplinari previsti dalla più recente normativa per il futuro accesso (a seguito del conseguimento di una laurea magistrale quale LM 14) ai concorsi per la scuola secondaria, sbocco ancora il più ambito per chi intraprende gli studi in questa classe.

La criticamente solida cultura umanistica di base, l'elevata capacità di padroneggiare, oltre alle diverse varietà orali e scritte della lingua italiana, almeno le più significative della lingua inglese, in quanto attualmente veicolare, ed, eventualmente, di un'altra lingua della UE (della quale il piano di studi di entrambi i curricoli consentirà potenzialmente l'inserimento), unitamente al possesso di abilità e competenze digitali consentiranno perciò al laureato di inserirsi sia nel circuito tradizionale degli sbocchi lavorativi di Lettere, sia nell'ambito della produzione e valorizzazione del patrimonio culturale e dell'editoria e comunicazione anche web.

Laurea triennale in Lettere Online

Il Corso di Studi triennale in Lettere rappresenta la soluzione migliore per tutti gli studenti, rendendo possibile l’ottenimento di questo titolo di studio universitario anche a chi è impossibilitato a frequentare un’università tradizionale perché lontano da casa o per ragioni professionali.

Attraverso la piattaforma e-learning di Unicusano, sarà possibile seguire le lezioni del Corso di Laurea online in Lettere in modalità telematica, studiare su supporti informatici comodamente a casa, secondo i propri tempi, e poi sostenere gli esami nella più vicina sede. Grazie alla qualità degli insegnamenti e alle sedi presenti su tutto il territorio italiano Unicusano è oggi la scelta migliore per chi desidera conseguire una laurea breve in lettere online.

Profilo professionale e sbocchi occupazionali e professionali previsti per i laureati in Lettere

Esperto in materie letterarie e linguistiche

Funzione in un contesto di lavoro:

  • Sa organizzare e prendere parte ad attività didattiche e di diffusione della conoscenza collegate a eventi culturali di varia natura;
  • sa svolgere funzione di tutor didattico, anche per studenti con DSA laddove il percorso comprenda contenuti specifici (previsti nell'ambito di discipline dei settori della Linguistica generale e della Pedagogia speciale);
  • possiede una solida formazione di base negli studi storico-letterari e linguistici;
  • possiede una conoscenza complessiva della cultura letteraria, della storia linguistica, della geografia e della storia dalle origini a oggi;
  • sa consultare e accedere a testi e documenti in originale;
  • possiede una padronanza scritta e orale dell'inglese di livello almeno B2 del CEFR
  • sa utilizzare strumenti e applicativi digitali adatti per i nuovi ambienti di apprendimento (come richiesto al Docente 3.0)

Competenze associate alla funzione:

  • Sa operare, con strumenti conoscitivi e metodologici adeguati, negli ambiti dell'industria editoriale e culturale, riconoscendo le ragioni delle scelte;
  • sa operare nell'ambito della comunicazione culturale e della diffusione della conoscenza, avendo consapevolezza dei relativi linguaggi;
  • è in grado di operare nell'ambito del turismo culturale, con la consapevolezza di come inserire i contenuti della propria formazione in un contesto diverso;
  • sa operare nell'ambito di enti e istituzioni impegnate nella promozione del patrimonio culturale, con la consapevolezza di come inserire i contenuti della propria formazione in un contesto diverso;
  • sa svolgere attività nelle redazioni (giornalistiche, radio-televisive e web), avendo capacità critica di uso degli applicativi e di produzione di contenuti;
  • sa svolgere funzione di supporto in contesti formativi diversi dalla scuola, per esempio in qualità di tutor didattico.

Sbocchi occupazionali:

  • Lavoro di pubbliche relazioni;
  • organizzazione di eventi culturali per conto di fondazioni e organismi pubblici e privati;
  • lavoro presso agenzie di comunicazione.

Il corso triennale in Lettere prepara alla professione di (codifiche ISTAT):

  • Tecnici dell'acquisizione delle informazioni - (3.3.1.3.1)
  • Organizzatori di fiere, esposizioni ed eventi culturali - (3.4.1.2.1)
  • Organizzatori di convegni e ricevimenti - (3.4.1.2.2)
  • Tecnici dei musei - (3.4.4.2.1)
  • Tecnici delle biblioteche - (3.4.4.2.2)

Conoscenze richieste per l’accesso

Sono da ritenersi conoscenze fondamentali e funzionali alla frequenza del corso di laurea:

  • una buona padronanza della lingua italiana, orale e scritta, coerente con il possesso del diploma di scuola secondaria;
  • cultura generale e formazione di base adeguata nei saperi di area umanistica, coerente con il possesso del diploma di scuola secondari;
  • padronanza di livello almeno B1 del CEFR di una lingua dell'Unione europea.

È da ritenersi preferibile o vantaggiosa la capacità dell'aspirante di maneggiare dispositivi e applicativi digitali per la scrittura partecipativa e la realizzazione di testi e presentazioni multimediali.

L'indicazione delle modalità di accertamento dei requisiti di ammissione sono esplicitate nel Regolamento didattico del corso di studio.

Obiettivi formativi specifici del Corso di Laurea Triennale in Lettere - curriculum “Materie letterarie e linguistiche” e descrizione del percorso formativo

Il Corso di laurea in Lettere - curriculum “Materie letterarie e linguistiche” è progettato con l'obiettivo di fornire a chi lo frequenterà le conoscenze e abilità fondamentali per acquisire competenze nei settori dell'area umanistica più tradizionali (letterari, linguistici, storico, geografici).

La conoscenza e la pratica di varietà orali e scritte della lingua italiana, perfezionata attraverso il lavoro costante su testi di diverso genere, unitamente alla conoscenza e alla pratica di una seconda lingua da acquisire, al termine del triennio, almeno un livello B2 del Common European Framework of Reference for Languages (CEFR), consentiranno ai laureati in Scienze umanistiche di sapersi collocare e saper collocare il proprio bagaglio di conoscenze teoriche e pratiche tenendo conto di una prospettiva di respiro europeo.

Il corso forma figure corrispondenti a un profilo umanistico più tradizionale, con conoscenze, abilità e competenze incentrate principalmente sui settori storico-letterario, linguistico (dell'italiano e della lingua inglese), storico-geografico e antropo-psico-pedagogico.

Nel complesso, la figura formata godrà di competenze di base e trasversali e di un'ampia flessibilità culturale per inserirsi con successo nel mondo del lavoro o proseguire gli studi in ambito specialistico, con particolare riferimento a una laurea magistrale, quale LM 14, nella quale maturare i crediti restanti per poter successivamente accedere ai concorsi per l'insegnamento delle materie letterarie nelle scuole secondarie, o a master di I livello dell'ambito della comunicazione o della formazione.

Questo risultato è ottenuto con un percorso di formazione che consta di 108 CFU obbligatori ma con possibilità di scelta tra settori dello stesso ambito o tra discipline dello stesso settore, per una migliore caratterizzazione dei due profili. Il percorso è mirato a fornire una solida preparazione generale, sia nelle discipline di base sia nelle discipline caratterizzanti e, più specificamente, è articolato come segue:

  • insegnamenti di base dell'ambito di Letteratura italiana (nei settori L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11);
  • insegnamenti di base dell'ambito di Filologia, linguistica generale e applicata (nei settori L-LIN/01 e /02, L-FIL-LET/12, M-FIL/05);
  • insegnamenti di base dell'ambito di Storia, filosofia, psicologia, pedagogia, antropologia e geografia (M-STO/04, M-STO/02, M-STO/01, L-ANT/03, M-GGR/01);
  • insegnamenti di base dell'ambito di Lingue e letterature classiche (nel settore L-FIL-LET/04);
  • insegnamenti caratterizzanti dell'ambito di Letterature moderne (nei settori L-FIL-LET/10, L-FIL-LET/11);
  • insegnamenti caratterizzanti dell'ambito di Filologia, linguistica e letteratura (nei settori -LIN/01, L-FIL-LET/12, L-FIL-LET/04, L-LIN/12);
  • insegnamenti caratterizzanti dell'ambito di Storia, archeologia e storia dell'arte (nei settori (M-STO/04, M-STO/02, M-STO/01, L-ANT/03).

Lo studente approfondirà la propria formazione con ulteriori 36 CFU specifici, organizzati come segue:

  • Il curriculum "Materie linguistiche e letterarie" integra la preparazione di base e caratterizzante ed approfondisce le tematiche utili per completare il profilo culturale del laureato attraverso l'insegnamento nei settori INF/01, ING-INF/05, L-LIN/12, M-DEA/01, M-GGR/01, M-PED/01, M-PED/03, M-PED/04, M-PSI/01, SPS/08.

La formazione prevede inoltre 36 crediti complessivi di "Altre attività" articolati in "Per la conoscenza di almeno una lingua straniera", obbligatori e "Ulteriori attività formative", a scelta tra:

  • ulteriori conoscenze linguistiche;
  • tirocini formativi e di orientamento;
  • altre conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro;
  • abilità informatiche e telematiche.

Completano il percorso i crediti "A scelta dello studente" e la tesi di laurea.

La tesi, così come le Altre attività formative, possono essere svolte sia all'interno dell'Ateneo, sotto la guida di un docente, sia presso istituti scolastici e/o aziende che hanno stipulato una convenzione con l'Ateneo.

I risultati di apprendimento attesi riguardano principalmente:

(1) la padronanza delle diverse varietà della lingua italiana e delle principali di una seconda lingua;

(2) un solido approccio filologico unito a capacità di analisi stimolata dallo studio dei saperi metalinguistici e della lingua latina;

(3) la capacità di lavoro di redazione di testi in lingua italiana e straniera, anche in team;

(4) la capacità di coniugare le conoscenze disciplinari e l'acquisizione delle metodologie linguistico-letterarie con i saperi e le abilità richieste dalla società della conoscenza contemporanea;

(5) la dimestichezza con l'uso dei principali strumenti digitali utili per la diffusione della conoscenza.

Risultati di apprendimento attesi

Conoscenza e capacità di comprensione

I laureati in Lettere acquisiranno conoscenza e capacità di comprensione della cultura linguistica e letteraria italiana dell'età antica, medievale, moderna e contemporanea.

Acquisiranno inoltre la capacità di servirsi di strumenti di analisi e metodologie che consentano loro di radicare saldamente i contenuti della tradizione umanistica nella modernità ed interpretarne criticamente i fenomeni culturali.

L'esame diretto di prodotti esito di tipologie testuali diverse - verbali e/o non verbali, come nel caso di opere d'arte visiva, musicale, performativa -, e l'adozione di una metodologia contrastiva nelle lezioni frontali, che avranno luogo nell'aula virtuale, oltre all'addestramento alla lettura critica di testi scientifici e allo studio individuale di libri di testo e di approfondimento, permetteranno di estendere ed approfondire le capacità degli studenti di comprendere i testi, di collocarli nel loro contesto culturale e di esaminarli forti anche della conoscenza di quanto prodotto su di essi dalla critica.

A tal fine il corso di studi stimola le esperienze all'estero e cerca di favorire lo sviluppo delle capacità di comprensione autonoma, privilegiando, dove possibile, la didattica seminariale, anch'essa impartita attraverso la mediazione del computer.

La verifica del raggiungimento dei risultati attesi sarà effettuata attraverso le prove di esame e di idoneità, e, in fase conclusiva, attraverso la prova finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso il laureato sarà in grado di:

  • inquadrare, nella sua completezza e per scansioni, temi e autori significativi, la storia della letteratura italiana e trattare degli stessi anche in chiave interdisciplinare;
  • conoscere strutture e funzioni delle lingue in generale e dell'italiano (e delle sue varietà) più specificamente e essere in grado di comprendere i principali mutamenti che le hanno determinate
  • riconoscere le fasi più significative della storia linguistica dell'italiano e il loro esito sull'italiano contemporaneo;
  • maturare un giudizio critico e autonomo su un testo;
  • ricercare, individuare e impiegare strumenti informatici per la ricerca dei e nei testi e per la loro diffusione attraverso il web;
  • adeguare la propria produzione comunicativa al contesto e al medium impiegato;
  • inquadrare testi nello nel tempo e nello spazio, anche sociale;
  • ricercare e utilizzare le fonti più utili per l'analisi di un testo;
  • individuare e usare metodologie di analisi adeguate per i testi;
  • possedere un livello B2 del CEFR delle lingue.

Affinché queste capacità di applicare conoscenza e comprensione siano raggiunte, si proporrà allo studente, per tutta la durata del percorso, un continuo e sistematico lavoro di analisi critica dei testi (di varia tipologia), disciplinare e interdisciplinare, da esercitare attraverso la partecipazione ai corsi (che saranno erogati in un'aula virtuale, siano esse lezioni frontali o attività laboratoriali e seminariali), e lo studio individuale di bibliografia e materiali multimediali (analogici e digitali).

La verifica del raggiungimento delle capacità di applicare conoscenza e comprensione avverrà a fine corso per mezzo di prove d'esame e di idoneità e in itinere attraverso prove intermedie orali e/o scritte e/o pratiche nelle quali il grado di competenza raggiunto sarà misurato attraverso la capacità di analizzare in autonomia e produrre testi altri rispetto a quelli considerati nei corsi.

Area linguistica e testuale della prima e della seconda lingua

Conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati avranno conseguito conoscenze e capacità di comprensione e produzione di testi pertinenti con il contesto e il medium comunicativo, nella prima e nella seconda lingua.

Dovranno inoltre aver maturato un'adeguata metodologia di analisi e interpretazione testuale e metatestuale.

Il raggiungimento dell'obiettivo sarà facilitato attraverso le attività erogate nell'aula virtuale e verificato attraverso le prove di esame orali e/o scritte e nelle prove intermedie.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati dovranno saper applicare le conoscenze linguistiche, metalinguistiche, testuali e metatestuali sia in produzione che in comprensione; dovranno inoltre trovarsi a proprio agio in qualsiasi ambito e con qualsiasi medium di diffusione della conoscenza.

Il raggiungimento dell'obiettivo sarà verificato attraverso l'analisi critica e la produzione attiva di testi di natura eterogenea per tipologia, periodo, contesto geografico, culturale, sociale e medium di diffusione, che avrà luogo nell'ambito delle prove di esame intermedie e finali.

Area storico-letteraria

Conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati avranno conseguito conoscenze e capacità di comprensione e analisi critica di testi letterari di varia epoca, forma e contenuto. Dovranno inoltre aver maturato un'adeguata metodologia di analisi storico-letteraria e critica del testo.

Il raggiungimento dell'obiettivo sarà facilitato attraverso le attività erogate nell'aula virtuale e verificato attraverso le prove di esame orali e/o scritte e nelle prove intermedie.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati dovranno saper riconoscere e inquadrare, con grado di autonomia crescente, anche in base alla sua fattura testuale, qualsiasi testo letterario prodotto in lingua italiana. Sapranno inoltre orientarsi nella traduzione e nell'analisi di testi in lingua latina.

Il raggiungimento dell'obiettivo sarà verificato attraverso l'analisi critica di testi letterari sincronici e diacronici proposti nell'ambito delle prove di esame intermedie e finali.

Area storico-geografica

Conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati avranno conseguito conoscenze e capacità di orientarsi nel tempo e nello spazio e riconoscere e descrivere almeno i fenomeni più significativi di ogni epoca e area. Dovranno inoltre aver maturato dimestichezza con la lettura e comprensione di testi storici e geografici, incluse cartine fisiche, politiche e storiche.

Il raggiungimento di questo obiettivo sarà verificato in itinere, nel corso delle lezioni svolte nell'aula virtuale, nelle prove intermedie, laddove previste, e attraverso la prova d'esame finale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati dovranno saper collocare in un territorio, in sincronia e in diacronia, i principali fatti che lo caratterizzano.

Il raggiungimento di questo obiettivo sarà verificato sottoponendo allo studente testi diversi da quelli trattati nel corso delle lezioni in occasione nelle prove intermedie, laddove previste, e della prova d'esame finale.

Area socio-psico-pedagogica

Conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati saranno in grado di individuare e descrivere le principali connessioni tra i testi analizzati e i processi cognitivi che li hanno originati, unitamente ai contesti di apprendimento e culturali in cui sono stati prodotti.

Dovranno inoltre aver acquisito le principali metodologie impiegate per la ricerca in ambito pedagogico, antropologico e sociologico dei processi culturali.

Il raggiungimento di questo obiettivo sarà verificato attraverso le prove intermedie, laddove previste, e in occasione della prova d'esame finale, scritta e/o orale.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione

Al termine del percorso i laureati saranno in grado di individuare e descrivere le principali connessioni tra un testo diverso da quelli analizzati e i processi cognitivi e/o culturali che lo hanno originato. Sarà anche in grado di fare valutazioni sui contesti di apprendimento e/o socioculturali di produzione.

Il raggiungimento di questo obiettivo sarà verificato attraverso prove pratiche e/o scritte e/o orali somministrate nel corso delle lezioni, svolte nell'aula virtuale, nelle prove intermedie, laddove previste, e in occasione della prova d'esame finale, scritta e/o orale e/o pratica.

Autonomia di giudizio

I laureati in Lettere dovranno essere in grado inquadrare, esaminare criticamente e motivare, anche grazie al rigore metodologico acquisito, il proprio giudizio su testi connessi gli ambiti di conoscenza oggetto di studio.

In funzione di un testo (indipendentemente dalla tipologia testuale, dal formato e dai linguaggi costitutivi: per es. letterario, storico, geografico, analogico, digitale, multimediale, etc.) dovranno essere in grado di: ricercare e raccogliere fonti bibliografiche su di esso nella letteratura di settore; mostrare spirito critico nei confronti della conoscenza e delle fonti pertinenti con il testo da analizzare raggiungibili attraverso il web; mettere in relazione i dati offerti dal testo con il complesso delle conoscenze acquisite, anche in chiave interdisciplinare.

Per facilitare l'acquisizione di autonomia di giudizio, lo studente in tutto il percorso sarà allenato a rilevare e commentare gli aspetti formali e contenutistici di testi eterogenei di difficoltà crescente, contestualizzandoli anche in chiave (socio)linguistico-culturale e storico-geografica.

Attività seminariali integrative dei corsi frontali, le une e gli altri erogati attraverso l'aula virtuale, supporteranno l'acquisizione progressiva di autonomia critica, della quale dovrà essere data prova nell'impostazione e svolgimento della prova finale.

La verifica dell'acquisizione e del livello di autonomia avverrà attraverso

  • la somministrazione, progressiva e continua nel corso delle lezioni e delle altre attività svolte nell'aula virtuale, di testi da interpretare criticamente, motivando la ragione delle proprie scelte;
  • le prove intermedie svolte nell'ambito dei singoli insegnamenti;
  • la prova finale (esame) di ogni singolo insegnamento.

Abilità comunicative

I laureati in Lettere dovranno conseguire un livello elevato di efficacia e pertinenza comunicativa nella produzione sia orale che scritta, da perseguire e raffinare anche attraverso la frequenza di attività teorico-pratiche che saranno offerte tra le Altre Attività Formative.

Sapranno inoltre individuare gli ambienti e gli strumenti più funzionali alla comunicazione digitale di quanto prodotto.

La verifica del progresso delle competenze avverrà nell'ambito delle prove in itinere e finali dei corsi di ambito linguistico e nelle prove di idoneità delle Altre Attività Formative.

Capacità di apprendimento

I laureati in Lettere apprenderanno conoscenze e abilità di base riferite a diverse aree del sapere, unitamente alla capacità di usare, e con senso critico, strumenti digitali e tecniche di comunicazione efficace.

Grazie alla pluralità di approcci potranno avviare un percorso di comprensione della complessità della società della conoscenza contemporanea, percorso che, però, per concretizzarsi in una più stabile capacità di imparare a imparare, è opportuno che sia completato attraverso un successivo percorso.

La competenza relativa all'imparare a imparare sarà valutata attraverso la capacità di risolvere problemi posti da testi eterogenei somministrati nel corso delle lezioni e delle esercitazioni, svolte nell'aula virtuale, delle prove in itinere, laddove previste, e delle prove finali degli esami.

Prova Finale

La prova finale prevista per il conseguimento della laurea triennale in Lettere consiste nella discussione pubblica, dinanzi a un'apposita Commissione, di un elaborato scritto (tesi di laurea), nel quale dovranno essere soddisfatti criteri di rigore procedurale, rilevanza sostanziale, specificità disciplinare e precisione linguistica.

Nella redazione e nella discussione dell'elaborato verranno verificati gli obiettivi di apprendimento attesi, specificati nel sistema dei descrittori.

La Commissione di Laurea valuta l'elaborato e la discussione della tesi dello studente, assegnando alla prova finale un punteggio coerente con quanto previsto dal Regolamento del Corso di studi.