Ipnosi e cognizione: correlati neurali dell’effetto della suggestione ipnotica sulle funzioni esecutive e sulla consapevolezza percettiva - (versione in lingua italiana)

PROG EU ipnosi Perri

 

Ente erogante il finanziamento: Il progetto di ricerca è supportato da un finanziamento internazionale erogato dalla Fondazione BIAL (No. 101/18)
Responsabile scientifico (dell’unità UNICUSANO) Dott. Rinaldo L. Perri

Descrizione progetto (introduzione, metodi, risultati attesi)
Il progetto intende chiarire i rapporti tra suggestioni ipnotiche e funzioni esecutive mediante analisi del segnale elettroencefalografico (EEG). L’obiettivo è verificare l’efficacia della suggestione post-ipnotica nel ridurre il livello di conflitto associato all’inibizione di un processo automatizzato come la lettura: per questo scopo verrà adottato il test Stroop. In particolare, nel corso di diverse sessioni, verranno somministrate suggestioni ipnotiche che compromettono l’analisi grafemica precoce delle parole (suggestioni percettive) piuttosto che l’integrazione semantica più tardiva (suggestioni semantiche). Le due classi di suggestioni potrebbero produrre specifiche alterazioni a livello dei potenziali evento-correlati (ERP) associati all’elaborazione post-stimolo precoce e tardiva, mentre entrambe le suggestioni potrebbero ridurre l’intensità dell’attività neurale delle aree corticali frontali precedentemente alla comparsa dello stimolo, riflettendo cioè un ridotto carico cognitivo nell’esecuzione del compito (Perri and Di Russo, 2017). Uno degli aspetti più innovativi del progetto consiste nell’opportunità di adottare l’analisi ERP per investigare la rapida successione di attività che originano dall’insula anteriore (Ia) (si veda ad es. Perri et al., 2018a,b, 2019a), la cui attività è stata associata sia allo stato ipnotico (Vanhaudenhuyse et al., 2014) che alle alterazioni sensoriali indotte dalle suggestioni ipnotiche (Perri et al., 2019b). Ulteriori innovazioni consistono nell’utilizzo di algoritmi multipli di analisi della sorgente neurale, e nel reclutamento di partecipanti “mediamente ipnotizzabili”: grazie a questo aspetto, i risultati dello studio potranno considerarsi rappresentativi della condizione neurocognitiva di gran parte della popolazione generale

Altri Partner Progetto

  • Università di Roma “Foro Italico”
  • Università di Padova

Data inizio: 1 Marzo 2019
Data fine: 30 Luglio 2020